Dopo l’emozionante doubleheader di Detroit, l’ IndyCar Series prosegue il suo cammino con il round di Road America, il nono della stagione 2021. Tra le novità del weekend la più rilevante è il debutto di Kevin Magnussen con la McLaren in sostituzione dell’infortunato Felix Rosenqvist, mentre Oliver Askew subentrerà a Rinus Veekay infortunatosi in allenamento

Per il pilota olandese del team Ed Carpenter Racing la rottura della clavicola sinistra ha richiesto un intervento chirurgico andato a buon fine, ma che impedirà al vincitore dell’Indy GP di essere presente sul tracciato di Elkhart Lake. Come detto, il suo posto verrà preso da Oliver Askew a cui sono arrivati gli auguri di un buon weekend direttamente da Veekay su Twitter

DEBUTTO PER MAGNUSSEN 

Nella gara di domenica in pista sarà presente anche una vecchia conoscenza degli appassionati di Formula 1: Kevin Magnussen. Il pilota danese, impegnato nell’IMSA con il team di Chip Ganassi (e reduce dalla vittoria proprio a Detroit), è stato annunciato in maniera clamorosa dal team Arrow Sp McLaren e andrà ad infoltire la pattuglia degli ex del Circus composta da Alexander Rossi, Romain Grosjean e Marcus Ericsson solo per citarne alcuni. Per Magnussen una sorta di dejà-vu, visto che in passato era stato accostato più volte al mondo IndyCar senza però mai entrarci a farne parte.

IL TRACCIATO

Nato nel 1955 il tracciato di Road America si trova a metà strada tra Milwaukee e Green Bay a Elkhart Lake, nel Wisconsin. Particolarmente amato sia dagli spettatori, per l’immenso parco di 640 acri che grazie ai suo saliscendi offre opportunità di visione eccellenti, sia dai piloti grazie alla varietà di curve veloci e lente e dai ripetuti cambi di elevazioni. Degni di segnalazione anche il lungo rettilineo principale e la curva 11, velocissima e cieca che i bolidi dell’IndyCar affronteranno in pieno.

LA SITUAZIONE DI CLASSIFICA

Grazie alla vittoria in gara 2 a Detroit, Pato O’Ward si è issato in vetta alla classifica generale del campionato, con un solo punto di vantaggio su Alex Palou che, come Scott Dixon (3°), ha limitato i danni in un weekend non propriamente al top. Ma non si possono escludere dalla lotta finale nemmeno i due Penske Josef Newgarden e Simon Pagenaud rispettivamente 4° e 6° in classifica e distanziati dal leader rispettivamente di 51 e 56 punti. Come detto non potrà essere della partita Rinus Veekay (5°) che, presumibilmente, scalerà indietro nelle posizioni in classifica.

NOVITA’ NELLA ENTRY LIST

Oltre a quello di Kevin Magnussen, il weekend di Road America farà da sfondo ad un altro debutto, quello di Cody Ware. Il veterano della NASCAR sarà al volante della vettura del Dale Coyne Racing, dopo aver già testato una monoposto IndyCar nel corso di una giornata di test a Sebring.

Fare parte di una gara della NTT INDYCAR SERIES è un tale onore e un’esperienza surreale per me. Non avrei mai pensato di correre con una vettura a ruote scoperte per una moltitudine di motivi. Ma grazie a RWR, Dale Coyne Racing e Biohaven / Nurtec ODT, ho l’opportunità di competere al più alto livello del motorsport a ruote scoperte negli Stati Uniti“, il commento del 25enne di Greensboro che ha al suo attivo una P4 nella classe LMP2 alla 24 Ore di Daytona e la vittoria nella LMP2 Asian Le Mans Series nel 2019.

IL PROGRAMMA DEL WEEKEND

Quello di Road America sarà un weekend modulato, come da tradizione, su tre giorni con il venerdì dedicato all’unica sessione di prove libere alle ore 23 italiane. Giornata di sabato aperta dalla seconda sessione di libere (17:10 italiane), Fast 6 alle 21:10 e chiusa con la terza sessione di libere alle 23:30 italiane. Start della gara alle 18:40 di domenica, con copertura televisiva a cura di DAZN.

Vincenzo Buonpane

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.