indycar
Lo start del GMR GP 2021 | Photo Credits: NBCS Sports

Con il GMR GP sullo stradale di Indianapolis, l’IndyCar Series apre il tradizionale mese di maggio che culminerà il 29 maggio con l’edizione numero 106 della 500 Miglia. Si riparte dalla vittoria di Pato O’Ward in Alabama e da una situazione di classifica che vede ben 4 piloti racchiusi in soli 10 punti.

BAGARRE IN TESTA

La vittoria del messicano, infatti, ha interrotto la serie di tre vittorie consecutive del Team Penske, e il conseguente terzo posto di Alex Palou ha permesso al Campione in carica di portarsi in testa alla classifica con 144 punti, seguito da Scott McLaughlin a 141 e dalla coppia Penske formata da Josef Newgarden e Will Power fermi a 135 e 134 punti. Ma con più di 250 punti da assegnare tra GMR GP, qualifiche e 500 Miglia (con punteggio doppio) la situazione potrebbe ben presto essere ribaltata.

IL CIRCUITO

Il tracciato lungo 3925 metri è stato costruito nel 2000 e utilizzato in origine per la Formula 1 e per la MotoGP fino al 2019, mentre la prima gara IndyCar è stata disputata nel 2014. E’ strettamente collegato alla versione ovale di cui sfrutta alcune parti come la pitlane ed il rettifilo principale. Discretamente veloce offre diverse soluzioni di sorpasso anche grazie alle ampie vie di fuga. La distanza da coprire nella gara di sabato sarà di 85 giri per un totale di circa 330 km.

LE STATISTICHE

Il GMR Grand Prix sarà il 12° evento IndyCar disputato sul percorso stradale dell’Indianapolis Motor Speedway. Sono ben 5 i piloti che prenderanno parte al GP ad aver vinto almeno una volta: Rinus VeeKay, Scott Dixon, Josef Newgarden, Simon Pagenaud e Will Power, con quest’ultimo assoluto dominatore con ben 5 affermazioni (2015, 2017, 2018, 2020 e 2021), seguito da Simon Pagenaud con tre (2014, 2016, 2019). L’australiano del team Penske domina anche tra i poleman con 5 pole position (2015, 2017, 2018, 2020 double header), poi con una partenza al palo troviamo Pato O’Ward (2021 Gallagher Grand Prix)
Romain Grosjean (2021 Gran Premio GMR), Rinus VeeKay (2020 Harvest GP),Felix Rosenqvist  (2019), Simon Pagenaud (2016) e Sebastian Saavedra (2014).

TRA I TEAM SVETTA PENSKE

Il Team Penske ha ottenuto otto vittorie sul percorso stradale dell’Indianapolis Motor Speedway (2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2020-Gara 2, 2020-Gara 3, 2021-Gara 2). Ed Carpenter Racing, Chip Ganassi Racing e Arrow McLaren SP sono le uniche altre squadre ad aver ottenuto una vittoria. Ed Carpenter Racing ha vinto nel 2021-Gara 1 con Rinus VeeKay. Chip Ganassi Racing ha vinto con Scott Dixon in Gara 1 2020 e Arrow McLaren SP ha vinto la gara inaugurale nel 2014 con Simon Pagenaud quando il team aveva la denominazione di Schmidt Peterson Motorsports.

IN PISTA MONTOYA

Pochi cambiamenti nella entry list che sarà pressochè identica a quella già vista negli appuntamenti stradali. L’unica novità sarà rappresentata da Juan Pablo Montoya che, in preparazione della 500 Miglia di Indianapolis, sarà al volante della Arrow McLaren SP.  Tatiana Calderon, Devlin DeFrancesco, Callum Ilott, Kyle Kirkwood, Christian Lundgaard e David Malukas gareggeranno per la prima volta sullo stradale di Indy anche se l’ex F2 danese debuttò la scorsa estate nel Gallagher Grand Prix.

IL PROGRAMMA

Si parte nella giornata di domani con le due sessioni di prove libere alle 15:30 e 18:45 italiane che precedono le qualifiche alle ore 22. Sabato è il giorno della gara con la green flag che sventolerà alle 21:20 ora italiana. Le libere 2, le qualifiche e la gara saranno trasmesse sul canale Sky Sport F1.

Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.