Indycar

Le emozioni non sono mancate nelle qualifiche dell’Indianapolis 500, sesto atto dell’IndyCar 2021. Il neozelandese Scott Dixon, vincitore nel 2008 di questa magica manifestazione, guiderà il gruppo tra sette giorni dopo aver realizzato quattro giri nello Speedway con una media oraria di 231.685 MPH.

Il #9 del Chip Ganassi Racing precede Colton Herta #26 (Andretti) e Rinus Veekay #21 (Carpenter), in prima fila con 231.655 MPH e 231.511 MPH dopo la Fast 9 di questa sera. Seconda fila per Ed Carpenter #21 con Tony Kanaan #48 (Chip Ganassi) e Alex Palou #10 (Chip Ganassi), mentre dalla terza linea scatteranno Ryan Hunter-Reay #27 (Andretti, Helio Castoneves #06 (Shank) e Marcus Ericsson #8 (Chip Ganassi).

Come da tradizione, nella giornata odierna, abbiamo assistito anche alla sfida per l’ultima linea della grigia di partenza con cinque piloti che si sono giocati le tre posizioni disponibili. Ad avere la meglio è stato Sage Karam #24 (Dreyer & Reinbold Racing) in un turno in cui tutti gli occhi erano puntati sull’australiano Will Power (Penske). Il #12 del gruppo ha strappato il pass per la corsa di settimana prossima nonostante una ‘baciata’ al muro in curva 2, un errore che poteva costargli l’eliminazione dall’evento.

Anche la svizzera Simona de Silverstro #16 (Paretta Autosport) sarà della partita settimana prossima, mentre sono stati esclusi dalla competizione del 30 maggio Charlie Kimball #11 (A. J. Foyt Enterprises) e R. C. Enerson #75 (Top Gun Racing).

Appuntamento settimana prossima con L’IndyCar per il “The Greatest Spectacle in Racing”.

Luca Pellegrini

Leggi anche: INDYCAR | GMR GRAND PRIX: PRIMA VITTORIA PER VEEKAY

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.