Virginia
Foto: Corvette Racing twitter

Corvette Racing vince con Nick Tandy/Tommy Milner #4 in Virginia, penultimo atto dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Nuova affermazione in GTD per la Porsche #9 di Zach Robichon/Laurens Vanthoor (Pfaff Motorsport) al termine di una prova ricca di colpi di scena.

Virginia, GTLM: nuovo acuto per la Corvette #4

Terza affermazione stagionale per la Corvette #4 di Nick Tandy/Tommy Milner al termine di una lunghissima lotta contro la gemella #3 e la Porsche #79 di WeatherTech Racing con Cooper MacNeil/Kevin Estre.

La sfida tra le due Corvette si accesa sin da subito con la #3 che ha beffato nei primi metri la gemella #4 che ieri aveva siglato la pole-position. Jordan Taylor ha impostato il proprio passo, mentre la C8. R di Nick Tandy/Tommy Milner ha cambiato subito strategia per cercare di riprendere la leadership.

Un lento pit sembrava condannare l’auto di Antonio Garcia/Jordan Taylor #3, una situazione che è cambiata ad 1h e 30 con la prima caution di giornata. La penultima prova dell’anno è stata interrotta in seguito ad un forte impatto di Mario Farnbacher (Gradient Racing/Acura #66), out nel terzo settore della pista fortunatamente senza conseguenze.

Estre contro tutti, ma non basta

Il francese Kevin Estre ha dato spettacolo alla ripartenza. Il forte pilota di Porsche (WeatherTech Racing #79) si è sbarazzato della Chevy #4 e si è messo subito all’inseguimento di Gracia.

L’alfiere della casa di Stoccarda ha conquistato con forza la leadership sull’iberico che successivamente è tornato secondo grazie all’aiuto della gemella #4. Tandy, dopo aver beffato Garcia, è passato al comando alla ‘Old Tree’ con una mossa che ha spinto nell’erba la Porsche del transalpino.

Le due C8. R hanno provato ad allungare sulla 911 RSR-19 che in pochi passaggi è tornata su Garcia. La situazione è cambiata a 45 minuti dalla conclusione quando, dopo aver subito un nuovo soprasso da parte della Porsche, l’iberico si è fermato in pit road.

Estre ha cercato in tutti i modi di riprendere la Corvette #4, una missione non riuscita in seguito ad un errore alla ‘Old Tree’ che lo ha escluso dalla lotta per il successo. Tandy si è fermato in pit road mantenendo il comando al teammate Garcia grazie ad una sosta cambiando solo due pneumatici.

GTD: Pfaff vince ancora, Heart of Racing conquista la Sprint Cup

Pfaff Motorsport vince la gara del VIR con Zach Robichon/Laurens Vanthoor ed allunga in classifica grazie al quarto sigillo stagionale.Ross Gunn/Roman De Angelis (Heart of Racing/Aston Martin #23), quinti all’arrivo, sono i campioni della WeatherTech Sprint Cup.

Il primo stint della seconda ed ultima prova riservata alle GT è stato controllato dalla BMW #96 del Turner Motorsport. Bill Auberlen/Robby Foley hanno gestito la situazione davanti all’Audi #39 di Richard Heistand/Jeff Westphal (CarBahn with Peregrine Racing) ed alla Lamborghini #1 del Paul Miller Racing con Bryan Sellers/Madison Snow.

La sosta ha ricompattato il terzetto di testa con l’Huracan GT3, vincitrice in quel di Long Beach, che ha preso il comando sulla BMW #96 e sulla R8 #93, successivamente out nel secondo settore dopo aver cercato di resistere agli attacchi di Bill Aubelen. L’esperto americano, dopo aver ripreso e beffato Bryan Seller, ha allungato sulla Lamborghini e sulla Porsche #9 di Zach Robichon/Laurens Vanthoor.

La caution ricompatta il gruppo

Dopo il crash dell’Acura di Farnbacher, la gara del VIR è ripartita con la Porsche #9 che ha beffato ai pit la BMW #96 di Turner Motorsport, protagonista di una sosta non perfetta. Vanthoor si è messo subito a caccia della Mercedes (Gilbert/Korthoff Motorsports #32) e della Lamborghini #19 (GRT), in pista con una strategia differente.

Vanthoor ed Aubelen sono tornati preso a gestire la corsa con un ritmo impressionante. Il belga di Porsche e l’americano di BMW si sono sfidati per la testa della corsa con la 911 GT3-R che ha mantenuto la prima piazza fino all’ultimo pit.

BMW vs Porsche per la vittoria

Turner Motorsport non ha cambiato le gomme, una scelta non copiata dai canadesi di Pfaff che dopo il pit si sono messi all’inseguimento di Aubelen inseguiti dalla Lamborghini #1 di Paul Miller Racing.

Il fatto che non ti aspetti arriva a 10 minuti dalla conclusione con la Corvette #3 che ha perso il controllo in curva 1 colpendo la BMW di Turner Motorsport. Aubelen è finito nell’erba spalancando la porta per il successo alla Porsche #9 di Vanthoor/Robinchon davanti alla Lamborghini #1 di Paul Miller Racing.  Battaglia per il terzo posto all’ultimo passaggio con Jack Hawksworth/Aaron Telitz (Vasser Sullivan) che sono riusciti a beffare la Porsche #16 di Wright Motorsport di Trent Hindman/Patrick Long #16.

Piccola pausa per l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship che concluderà la propria stagione a novembre con la mitica Petit Le Mans (Road Atlanta/Georgia).

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.