Paul Ricard

E’ tutto pronto al Paul Ricard per l’epilogo del GT World Challenge Europe Powered by AWS. Con ancora negli occhi le emozioni della 24h di Spa vinta dalla Porsche #98 del ROWE Racing di Earl Bamber/Nick Tandy/Laurens Vanthoor, la principale categoria europea riservata alle GT3 si appresta ad eleggere il proprio campione dell’Endurance Cup e della classifica combinata.

La maratona delle Ardenne, competizione che assegnava dei punti intermedi allo scoccare della sesta e della dodicesima ora oltre che al traguardo, ha permesso al russo Timur Boguslavskiy di conquistare la leadership della classifica del GT World Challenge ed ai compagni Marciello/Fraga il comando dell’Endurance Cup.

In Francia verrà incoronato anche il campione del GT World Challenge Europe, la classifica che tiene conto di entrambi i campionati, endurance e sprint. Al momento il russo Timur Boguslavskiy ha 137 punti contro i 113 di Weerst/Vanthoor ed i 106 di Kelvin van der Linde

Mercedes, Ferrari e Porsche si sfidano

Un problema nella notte ha rovinato la Mercedes #88 di AKKA ASP, auto che al momento si appresta all’ultimo evento del 2020 a pari punti con la Porsche #54 del Dinamic Motorsport di Sven Muller/ Matteo Cairoli/Christian Engelhart. Questo equipaggio, terzo alla 24h dopo una bellissima lotta contro la Ferrari #51 di Alessandro Pier Guidi/ Nicklas Nielsen /James Calado, insegue il titolo in una sei ore che vede moltissime altre formazioni in lizza per il titolo.

Il britannico Calado ed il danese Nielsen non saranno in pista in Francia per l’impegno nella 8h del Bahrain. Tom Blonqvist e Côme Ledogar sono stati annunciati in coppia con Alessandro Pier Guidi per l’ultima decisiva prova. Da sottolineare anche la modifica dell’equipaggio della #72 di SMP Racing con Antonio Fuoco ed il finnico Toni Vilander che sostituiranno Miguel Molina e Davide Rigon, iscritti nella finale del Mondiale Endurance sulla 488 GTE #71. Fuoco e Vilander supporteranno il russo Sergey Sirotkin, confermato nel GT World Challenge Europe.

Con 34 punti in palio, uno viene assegnato in qualifica, sono altri undici gli equipaggi che si sfidano per il successo finale (non consideriamo i vincitori della 24h di Spa, impegnati nella 12h di Sebring dell’IMSA).

Scorrendo la classifica generale, segnaliamo al terzo posto la Ferrari 488 GT3 #51. La già citata vettura di AF Corse si trova al momento con 46 punti all’attivo contro i 52 dell’AMG #88 e della Porsche #54. Alessandro Pier Guidi insegue dunque i rivali in una 6h tutta da vivere.

Paul Ricard: GPX, WRT e HRT non hanno nulla da perdere

In ritardo in classifica, ma non esclusi per il titolo Endurance, spiccano Matt Campbell/Patrick Pilet/Mathieu Jaminet #12. I tre ufficiali Porsche approdano nel sud della Francia con 41 punti all’attivo e daranno il tutto per tutto a bordo di una delle due auto del GPX Racing. L’elvetico Louis Deletraz rientra nella serie questo fine settimana e supporterà Thomas Preining e Romain Dumas sulla seconda auto della formazione araba. Ricordiamo infatti che non vi sarà il danese Dennis Olsen, in pista nel WEC con Proton Competition

Kelvin van der Linde and Mirko Bortolotti #31, ritirati a Spa e quinti in campionato (40p), inseguono il secondo successo stagionale dopo aver vinto l’opening round di Imola. Pesa come un macigno in campionato i problemi accusati nella maratona delle Ardenne, competizione a cui Bortolotti non ha preso parte in seguito al Coronavirus.

Oltre alla già citata AMG GT3 #88 dell’AKKA ASP, Maro Enge/Luca Stolz/Vincent Abril #4 difenderanno i colori del HRT nell’ultima fatica del 2020. L’équipe che ha preso l’importante eredita di Black Falcon, è ancora in lotta per il successo finale nell’Endurance Cup con 21 punti di ritardo.

Non solo WRT per Audi

Nella lizza per il titolo 2020 per quanto riguarda le competizioni di durata spiccano altre tre Audi. La #32 di WRT di Dries Vanthoor/Christopher Mies/Charles Weert (24p), la #66 di Attempto di Frederick Vervisch/Mattia Drudi (24p) e la #25 di Sainteloc con Markus Winkelhock/Dorian Boccolacci/Christopher Haase (22p).

Nella lunghissima lista ai contendenti del GT World Challenge Europe 2020 mancano due importanti marchi: Lamborghini e Bentley. La casa emiliana ha perso ogni speranza di confermarsi al vertice della serie in seguito ad un incidente alla 24h di Spa. Dennis Lind/Andrea Caldarelli/Marco Mapelli #63 Orange 1 FFF Racing Team inseguono la prima soddisfazione di un campionato abbastanza disastroso.

Anche Bentley, out dalla battaglia per il titolo, cerca la prima gioia stagionale in un tracciato che per ha già premiato per tre volte la compagine britannica. Dopo il sigilli nel 2014, 2017 e 2019, K-Pax Racing conferma due auto al via nella classe PRO, rispettivamente affidate a Rodrigo Baptista/Maxime Soulet/Jules Gounon #3 e Alex Buncombe/Jordan Pepper/Andy Soucek #7. Approda sul circuito di casa la Continental GT3 del CMR, squadra transalpina iscritta con Nelson Panciatic/Pierre Alexandre Jean/Seb Morris #107.

Lamborghini ad un passo dalla Silver Cup

Frederik Schandorff, Alex MacDowall e Patrick Kujala sono i padroni della Silver Cup a sei ore dalla conclusione del campionato. Il terzetto, in pista con la Lamborghini Huracan #78 del Barwell Motorsport, approda al Paul Ricard con 17 punti di vantaggio nella classifica Endurance.

Lamborghini dovrà vedersela con la Mercedes #5 di Hubert Haupt e Sergey Afanasiev, coppia che insieme ai nostri Gabriele Piana e Michele Beretta hanno vinto la 24h di Spa-Francorchamps. La coppia insegue a 17 punti di ritardo dal Barwell Motorsport, gli stessi che ha conquistato al momento l’Aston Martin #159 di Valentin Hasse-Clot e Andrew Watson.

Una piccola speranza di aggiudicarsi il titolo è concessa anche al francese Baptise Moulin (Lamborghini Orange 1 FFF Racing Team #555) ed alla Mercedes #90 del Madpanda Motorsport di Ezequiel Perez Companc/Patrick Assenheimer, vetture a 43 punti contro i 75 della Lamborghini.

Ricordiamo inoltre che l’AMG del Madpanda Motorsport si contende la classifica del GT World Challenge Europe. Il padrone e pilota Ezequiel Perez Companc si trova al comando della classifica con 115 lunghezze contro gli 86.5 di Benjamin Hites (Mercedes #89 AKKA ASP).

Paul Ricard: Ferrari cerca la tripletta in PRO Am

Dopo aver conquistato a Spa-Francorchamps il GT World Challenge Europe, Chris Froggatt ed Eddie Cheever III sono pronti a mettere in bacheca il trofeo Endurance. La coppia, campione della Sprint Cup, insegue con Jonathan Hui l’ultimo trofeo disponibile in un 2020 stellare per Tempesta Racing.

La 488 GT3 dovrà vedersela con l’Aston Martin #59 di Alex West e Chris Goodwin. Gli alfieri del Garage 59 si trovano al momento a pari punti con la Ferrari alla vigilia dell’ultimo round. Il tedesco Marvin Kirchhofer supporterà la coppia britannica orfana dello scozzese Jonny Adam, in pista con TF Sport nel FIA WEC.

Rob Collard e Sandy Mitchell, freschi campioni del British GT Championship, cercheranno insieme a Leo Machitski di conquistare la Pro-Am Cup. Il terzetto del Barwell Motorsport, a segno nella 24h di Spa, ha al momento 7 punti di gap dai diretti rivali.

La 6h del Paul Ricard sarà visibile sul canale YouTube GT World a partire dalle 11.45 di domenica 15 novembre.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.