Nemmeno il tempo di archiviare la delusione per il mancato rinnovo con Alfa Romeo Sauber in Formula 1, che Antonio Giovinazzi è già pronto per lanciarsi dal prossimo anno in una nuova ed elettrizzante sfida. Il pilota pugliese sbarcherà infatti nel Mondiale di Formula E tra le fila del team Dragon Penske Autosport, andando ad affiancare il brasiliano Sergio Sette Camara. Un’ottima opportunità per il futuro di Antonio, il quale potrà così affiancare questo impegno al ruolo di terzo pilota Ferrari.

UNA SCELTA ELETTRIZZANTE

Parlerà elettrico il futuro di Antonio Giovinazzi. A poche ore di distanza dalla notizia della sua separazione con il team Alfa Romeo a fine stagione, il management del pilota di Martina Franca ha (giustamente) voluto subito svelare quello che sarà il principale impegno agonistico nel corso della prossima annata. A partire dal mese di Gennaio, infatti, Giovinazzi farà il proprio debutto nella stagione 8 della serie elettrica, che lo vedrà prendere parte ai test in programma già questo fine mese sul circuito di Valencia.

Un matrimonio-lampo, quello tra Antonio e la scuderia diretta da Jay Penske. Formalizzato nei giorni scorsi a Interlagos, quando ormai era chiaro che per lui non ci sarebbe stato più posto nella massima serie.

“Appena è diventato di dominio pubblico il fatto che non sarei più stato in Formula 1 il prossimo anno – ha dichiarato Giovinazzi – ho subito deciso di partecipare al Mondiale di Formula E. E’ una categoria che ho sempre seguito e che ho già avuto modo di testare tre anni fa. Ringrazio Jay Penske per la fiducia manifestata nei miei confronti e non vedo l’ora di iniziare questa elettrizzante esperienza”.

“Antonio è uno dei piloti più talentuosi al mondo – ha evidenziato Penske – e sono davvero onorato di poterlo accogliere nel team. Con lui e Sergio in squadra, avremo una delle line-up in assoluto più competitive sulla griglia di partenza nella prossima stagione”.

FUTURO CON FERRARI

Chiaramente, questa scelta consentirà a Giovinazzi di mantenere ben stretti i rapporti con Ferrari. Per lui è assai probabile, infatti, una conferma nel ruolo di terzo pilota per la prossima stagione. Il tutto in attesa di poterlo vedere focalizzato sul programma Hypercar, che il Cavallino affronterà dal 2023 e che potrebbe vedere proprio il pugliese tra i principali candidati ad un sedile.

Insomma, il futuro del nostro pilota di punta sembra comunque roseo, nonostante la delusione per il trattamento ricevuto in Alfa Romeo. Con buona pace di Frederic Vasseur e compagni…

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.