E’ Jean Eric Vergne il vincitore del primo e-prix disputato sul tracciato dell’ EUR di Roma. Il francese della Techeetah, sempre nelle primissime posizioni fin dalle prima fasi, ha approfittato di un problema accusato nel finale da Lucas Di Grassi. Ottima la giornata anche per la Jaguar che, con Sam Bird e Mitch Evans, ha completato il podio.

Disastrosa, invece, la giornata per la Mercedes. Il poleman Stoffel Vandoorne, finito in testacoda nel finale per evitare la vettura di Di Grassi che procedeva lentamente, nelle fasi iniziali della gara è stato spedito contro le barriere in un tentativo di sorpasso da parte di Lotterer, poi penalizzato con un time penalty di cinque secondi. Non meglio è andata a Nick De Vries che, mentre era saldamente in terza posizione, ha perso posizioni per evitare proprio la vettura gemella finita in testacoda.

PARTENZA DIETRO SAFETY CAR

La gara parte in regime di Safety Car, causa la pista resa umida dalla pioggia scesa sul tracciato. Dopo circa tre minuti dal semaforo verde con il rientro della vettura di sicurezza partono finalmente le ostilità in pista, con Vandoorne abilissimo a mantenere la testa della corsa seguito come un’ombra da un minacciosissimo Andrè Lotterer.

CONTATTO MERCEDES-PORSCHE

Il tedesco della Porsche tenta immediatamente l’attacco nei confronti del pilota della Mercedes, ma pecca di eccessivo ottimismo finendo per colpire la Mercedes del belga e rovinando la gara di entrambi.

Al comando della gara sale quindi Rowland, che però dopo pochi minuti viene sanzionato con un drive through per eccessivo uso di potenza nelle fasi di partenza, precipitando in fondo al gruppo e cedendo la leadership all’Audi del brasiliano Di Grassi, seguito come un’ombra dal francese Vergne.

GRUPPO COMPATTO E SHOW DI BIRD

Il Campione del Mondo della stagione 3 nonostante un buon passo, non riesce a creare il vuoto tra sè e gli avversari, compattando decisamente il gruppo. In questa situazione ad approfittarne è Sam Bird: il pilota della Jaguar, scattato dalla P10, grazie all’Attack Mode e ad un feeling evidente con il tracciato di Roma risale ben presto nelle primissime posizioni portandosi a meno di 10 minuti dal termine della gara in terza posizione con un bellissimo sorpasso su Nick De Vries.

PROBLEMI PER DI GRASSI

Quando ci si sta preparando alla lotta per la vittoria, nel finale di gara l’Audi di Di Grassi rallenta vistosamente accusando dei problemi tecnici, inducendo all’errore l’accorrente Vandoorne che, finendo fuori traiettoria e in testacoda urta violentemente le barriere danneggiando pesantemente la sua vettura e anche la gara del suo compagno di squadra che non può fare nulla per evitarlo, perdendo diverse posizioni.

PRIMA VITTORIA PER JEV

Allo scoccare dei 45 minuti più un giro, a vincere gara 1 di Roma, sotto regime di Safery Car, è Jean Eric Vergne che dopo un inizio difficile di stagione incamera i primi punti stagionali, davanti al nuovo leader della classifica iridata Sam Bird e a Mitch Evans. Chiudono la Top 10 Robin Frijns (4°), Sebastien Buemi (5°), Renè Rast (6°), Pascal Wehrlein (7°), Alex Lynn (8°), Max Guenther (9°) e Nick Cassidy (10°).

DOMANI GARA 2

Il weekend di Roma della Formula E prosegue domani, con il programma che prevede la sessione di prove libere alle 7, le qualifiche e la Superpole alle 9 e lo start della gara per le 13.

Vincenzo Buonpane

LEGGI ANCHE: FORMULA E | E-PRIX ROMA 1: VANDOORNE SVETTA NELLE QUALIFICHE

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.