lynn

Va ad Alex Lynn il secondo appuntamento del double header di Londra della Formula E. Il pilota della Mahindra, secondo al traguardo, ha beneficiato di una penalità comminata ad Lucas Di Grassi imponendosi sulla Mercedes di Nick De Vries e sulla Jaguar di Mitch Evans, con l’olandese che diventa il nuovo leader della classifica iridata.

In vista dell’ultimo round che la Formula E vivrà a Berlino nel weekend di Ferragosto, per il pilota della Mercedes le premesse per conquistare il titolo anche se, come si è visto oggi, può davvero succedere di tutto.

BENE VANDOORNE ALLO START

Alla green flag Vandoorne è bravissimo a capitalizzare la pole position conquistata poche ore prima, precedendo alla prima curva Oliver Rowland, Alexander Lynn, Nick De Vries, Mitch Evans, Maximilian Guenther, Pascal Wehrlein, Robin Frijns , Sergio Sette Camara , Lucas Di Grassi e Sebastian Buemi. Fin dalle prime battute il belga impone un ritmo decisamente insostenibile per il resto del gruppo che rimane molto compatto, con De Vries che nel gitro di poche tornate si sbarazza di Lynn salendo in terza posizione, mentre nelle retrovie è duello vero tra le due Techeetah di Antonio Felix da Costa e Jean-Eric Vergne e Sam Bird su Jaguar.

SAFETY CAR PROTAGONISTA

Al minuto 36 un contatto tra Sebastien Buemi e Renè Rast, causa l’ingresso in pista della Safety Car con lo svizzero della Nissan che viene penalizzato con uno stop and go di 10 secondi. Alla ripartenza è ancora Nick De Vries il più intraprendente in pista, con l’olandese che sopravanza Rowland portandosi in seconda posizione, poco prima che un duello tra Da Costa e Lotterer causi un secondo ingresso della Safety Car.

FOLLIA DI GRASSI

Alla ripartenza, a circa metà gara, una manovra troppo ottimistica di Rowland rovina la gara del leader Vandoorne, con il primo che centra in pieno la Mercedes del belga spedendo entrambi in fondo al gruppo. Al comando si porta l’Audi di Lucas Di Grassi che, però, viene messo under investigation per aver tratto vantaggio transitando in pit lane in regime di Safety Car.

BANDIERA NERA PER DI GRASSI

La sanzione per il pilota dell’Audi è un drive through, ma il brasiliano prosegue la sua corsa precedendo Lynn e De Vries, mentre il team principal della scuderia Allan McNish si reca in Direzione Gara per esporre un reclamo. Nonostante l’esposizione della bandiera nera, Di Grassi transita per primo sotto la bandiera a scacchi davanti ad Alex Lynn e Nick De Vries, con Mitch Evans che conquista l’ultimo gradino del podio. A fine gara viene accolto il ricorso dell’Audi e la squalifica di Di Grassi viene tramutata in un time penalty che permettono al brasiliano di chiudere in P8.

Vincenzo Buonpane

LEGGI ANCHE:

Formula E | E-Prix Londra 1: Dennis vince e si rilancia in campionato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.