FIA F2: Lungaard vince Gara-2
FIA F2: Lungaard vince Gara-2

Christian Lundgaard riscatta gara-1 vincendo la sprint race del Mugello della FIA F2. Il pilota ART GP ha vinto la propria gara azzeccando una partenza perfetta, aumentando successivamente il suo vantaggio sugli inseguitori giro dopo giro. Seconda posizione per Deletraz, che conquista un altro podio dopo il terzo posto di ieri. Primo podio nella categoria per Juri Vips, a soli due round dall’esordio.

LUNDGAARD SI PRENDE LA VITTORIA DOMINANDO GARA-2 DELLA FIA F2 AL MUGELLO

Le sfortune della prima gara del weekend vengono cancellate dalla vittoria di gara-2 per Christian Lundgaard. Il pilota danese aveva dovuto cedere la leadership negli ultimi chilometri della gara di ieri, dopo aver condotto in testa tutta la corsa. Partito dalla terza posizione, l’ottimo scatto iniziale permette al pilota ART di portarsi davanti e gestire sino all’ultima curva. Deletraz (Charouz) riesce ancora una volta a massimizzare il risultato raccogliendo punti importanti per la classifica generale. Lo svizzero ha resistito nel finale al forte ritorno di Juri Vips (DAMS), titolare di un ritmo che gli avrebbe potuto permettere di giocarsi la vittoria.

Quarta posizione importante per Mick Schumacher (Prema) che guadagna ulteriori punti su Ilott (UNI-Virtuosi), sesto al traguardo e Robert Shwartzman (Prema), fuori dalla zona punti. Per il “tedeschino” ora è Lundgaard uno dei primi rivali, che grazie al successo odierno si porta in terza posizione assoluta. Dietro a Schumacher si è classificato Guanyu Zhou (UNI-Virtuosi), autore di una buona rimonta, davanti ad Ilott, Jehan Daruvala (Carlin) e Marino Sato (Trident), al primo punto conquistato in stagione. Ancora fuori dalla zona punti Shwartzman, autore di qualche erorre di troppo anche oggi.

Non ha terminato la gara Luca Ghiotto (Hitech GP). Il nostro portacolori ha concluso la sua gara nella ghiaia della San Donato, quando era in lotta con il compagno di team Nikita Mazepin. I due sono venuti al contatto con il vicentino ad avere la peggio. Prossimo round sul circuito russo di Sochi, in un campionato ancora apertissimo.

Cronaca

Pessimo avvio per il poleman Artem Markelov che perde subito la prima posizione ai danni di Ludngaard, scattato al meglio dalla terza casella. Schumacher prova a portarsi in posizione da podio ma deve cedere una posizione a Deletraz. Lundgaard prende il largo su Markelov. Al giro 6 Deletraz va ad attaccare Markelov e si prende la seconda posizione. Nello stesso giro Ghiotto recupera una posizione ai danni di Armstrong e passa settimo. Nel giro 10 anche Vips riesce a sopravanzare Markelov e portarsi in zona podio.

Battaglia durissima nel giro 11 tra Ghiotto e Schumacher con quest’ultimo che poche curve più tardi riesce a prendere la posizione su Markelov. Anche Ghiotto tenta l’accatto con Markelov che danneggia la propria ala anteriore nel tentativo di difendersi. Il russo è costretto a rientrare ai box. Giro 15: Ghiotto va all’attacco del compagno di squadra, i due vanno al contatto alla San Donato con Ghiotto che va a decollare sulla vettura di Mazepin. Gara finita per il pilota vicentino e Virtual Safety Car.

Alcuni piloti ne approfittano per fermarsi ai box e montare gomme nuove soft. Alla ripartenza Zhou sopravanza Ilott per la sesta posizione. Il duo UNI-Virtuosi riesce anche a sopravanzare Daruvala, portandosi in quinta e sesta posizione. Al giro 18 Shwartzman, nel tentativo di sopravanzare Armstrong finisce in ghiaia ma ritrova la via della pista perdendo solo un po’ di terreno dal rivale. La gara non offre più molti spunti: Vips tenta invano di sopravanzare Deletraz per la seconda posizione, mentre Shwartzman vede definitivamente svanire le chance di conquistare punti dopo il sorpasso di Marino Sato per l’ottava posizione. Vince Lundgaard che rilancia le sue chance di titolo del campionato FIA F2.

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.