fia f2 pourchaire
Credits: Formula 2

Oltre all’attesissimo inizio della Formula 1, questo fine settimana scatta anche la stagione 2022 del campionato FIA F2. Tra le novità di quest’anno il ritorno al classico format di due gare a week-end, dopo aver sperimentato quello di tre gare nel 2021. Un risultato però deludente, che ha portato gli organizzatori a fare un passo indietro a partire dal primo appuntamento di Sakhir.

LE NOVITÀ

Oltre al format, le novità più importanti riguardano le formazioni in campo. Alcuni piloti si presenteranno ai nastri di partenza di Sakhir da rookie, mentre altri hanno già potuto assaggiare la Formula 2 lo scorso anno. Di quest’ultimo gruppo fanno parte Oliver Caldwell, Jack Doohan, Clement Novalak e Logan Sargeant, che hanno già debuttato lo scorso anno a Jeddah. Occhi puntati in particolare su Doohan, figlio del più celebre Mick, campione delle due ruote. L’australiano, dopo una buona stagione in Formula 3, ha già dimostrato di saper essere competitivo anche in Formula 2 in Arabia Saudita, dove si è reso protagonista di un’ottima rimonta.

I rookie sono invece sei. Tra loro spicca sicuramente il campione in carica della Formula 3 Dennis Hauger, in forza al team Prema, già candidato ad un ruolo da protagonista anche nella categoria immediatamente superiore. Debuttanti assoluti anche Frederik Vesti, Ayumu Iwasa, Calan Williams, Cem Bölükbaşı ed Amaury Coordel, quest’ultimo in forza al team van Amersfoort, in arrivo in Formula 2 al posto di HWA.

I PROTAGONISTI PIÙ ATTESI

Nelle line-up di quest’anno non compare nessun pilota della Ferrari Driver Accademy. Vi è invece una folta presenza di piloti di scuola Red Bull, ben 6. Tra loro meritano una menzione Liam Lawson e Juri Vips, oltre al già citato Hauger. Impossibile non inserire nella lotta al titolo anche Theo Pourchaire, in forza al team ART GP. Il pilota francese ha già dimostrato quanto sia veloce lo scorso anno, ma quest’anno è chiamato ad alzare ulteriormente l’asticella.

Il campionato 2022 di FIA F2 promette essere molto competitivo e si risolverà in ben 14 appuntamenti. Saranno dunque 28 le gare in programma per la serie cadetta a partire da questo week-end in Bahrain, prima dell’atteso appuntamento di Imola.

QUI le line-up complete.

LEGGI ANCHE:

FIA F2 | Presto la sperimentazione dei nuovi biocarburanti, ma non mancano le perplessità

Carlo Luciani

Studente magistrale in Ingegneria Meccanica per l’energia e l’ambiente, laureato in Ingegneria Meccanica e giornalista pubblicista. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo. I protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.