FIA F2 2020 MP Motorsport Drugovich Bahrain

Felipe Drugovich domina la prima gara del Bahrain del penultimo round della FIA F2 2020. Il pilota brasiliano non ha lasciato scampo ai suoi avversari, dimostrandosi magistrale nella gestione degli pneumatici Pirelli. Seconda posizione per Callum Ilott che mantiene aperto il campionato, mentre Mick Schumacher si è dovuto accontentare della quarta, non riuscendo ad attaccare Jehan Daruvala nelle fasi finali della corsa.

DRUGOVICH IMPRENDIBILE IN BAHRAIN; ILOTT, SECONDO, E’ ORA A -10 DA SCHUMACHER

Un vero e proprio dominio quello imposto da Drugovich (MP-Motorsport) nella gara-1 del Bahrain. Dopo uno scatto perfetto al via, che lo vedeva partire dalla seconda casella, è stato il migliore nella gestione sia delle gomme più soffici, sia degli pneumatici più duri nello stint finale. Nulla da fare per il poleman Ilott (UNI-Virtuosi), che in entrambi gli stint pecca di un’usura eccessiva delle sue Pirelli.

Un risultato che può comunque soddisfare il pilota FDA, riuscito a recuperare otto punti al suo diretto avversario per il campionato, Mick Schumacher. Il pilota Prema si è riconfermato mago delle partenze, riuscendo a passare dalla decima alla quarta posizione poche curve dopo il via. Il decadimento delle soft non ha permesso al tedesco di sferrare l’attacco decisivo per il podio, conquistato meritatamente da Jehan Daruvala (Carlin), il suo primo in Formula 2.

Quinta posizione per Nikita Mazepin (Hitech GP) che grazie a questo risultato sale in quarta posizione assoluta. Punti importanti in vista dell’obiettivo principale, ovvero ottenere la superlicenza valida per disputare il prossimo Mondiale di Formula 1. Stesso discorso per Yuki Tsunoda (Carlin),in rimonta dall’ultima alla sesta posizione, risultato che gli permette di mantenersi terzo assoluto.

La prima fila della sprint race di domani sarà formata da Marcus Armstrong (ART GP), oggi settimo al traguardo e Robert Shwartzman (Prema), ottavo. Il pilota russo continua nel suo momento no, migliorando la posizione di qualifica ma concludendo ben lontano dalle posizioni che lo hanno visto protagonista nella prima parte della stagione. Daniel Ticktum (DAMS) e Jack Aitken (Campos Racing) hanno chiuso la zona punti.

Gara difficile, ma già compromessa dopo la qualifica di ieri, per Luca Ghiotto (Hitech GP). In lotta sino all’ultimo giro per la zona punti, si è dovuto arrendere al miglior passo degli avversari nelle ultime fasi di gara, lottando contro gomme ormai stracciate visto il lungo stint finale. Alle 11:00 della giornata di domani il via della penultima sprint race della stagione.

CRONACA

Drugovich, dalla seconda posizione, scatta meglio di Ilott e si porta in testa. Ottimo il via di Schumacher che balza da decimo a quinto alla prima curva, per poi guadagnare un’ulteriore posizione ai danni di Zhou. Il cinese, nel tentativo di difendersi, danneggia la propria ala anteriore ed è costretto a rientrare al pit. Drugovich e Ilott, partiti con gomme soft, cercano di allungare sul gruppo alle loro spalle, capitanato da Armstrong. Bastano poche tornate per mandare Ilott in difficoltà nella gestione delle sue gomme e tra i giri 8 e 9 Armstrong prima e Schumacher subito dopo ne approfittano per portarsi rispettivamente in seconda e terza posizione. Proprio il pilota neozelandese, nel giro 9, si rende protagonista di un lungo che permette a Schumacher di attaccarlo e sopravanzarlo. Ormai senza prestazione, Ilott è il primo a rientrare tra i piloti di testa, mentre Drugovich fa lo stesso esattamente scoccata la metà della gara.

I giri fatti con gomma fresca permettono a Ilott di mettersi davanti al rivale, anche complice qualche bloccaggio di troppo da parte del giovane brasiliano. Il ritmo di Drugovich è comunque superiore e bastano sole due tornate per riportarsi in prima posizione. Intanto arrivano i pit anche da parte di Armstrong e Schumacher, con il tedesco che rientra sesto dopo aver allungato lo stint su gomme dure. Le gomme soft e con meno giri permettono rapidamente al pilota Prema di recuperare sino alla quarta posizione, prima di arrivare negli scarichi di Daruvala. L’indiano ha sfruttato al meglio la strategia issandosi da metà gruppo all’ultima posizione valida per il podio. Daruvala non rinuncia alla bagarre, mettendo così in difficoltà le gomme di Schumacher. Intanto, dalle retrovie risale Tsunoda, girando oltre due secondi più veloce rispetto agli avversari. Un ritmo che gli permette di issarsi in sesta posizione all’inizio dell’ultimo giro. Tornata 32 che vede anche Luca Ghiotto impegnato nella lotta valida per la decima posizione. Sotto la bandiera scacchi passa per primo Drugovich, davanti a Ilott e Daruvala. Quarto, appena giù dal podio, Mick Schumacher.

https://www.fiaformula2.com/livetiming/index.html

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.