Hamda Al Qubaisi chiude in bellezza e vince due gare su quattro
Hamda Al Qubaisi

Hamda Al Qubaisi chiude in bellezza il campionato F4 UAE con due vittorie nelle ultime quattro gare del weekend conclusivo a Dubai, mentre già si parla delle novità 2021, tra cui l’adozione dell’halo.




La pilota araba ha ottenuto la quarta pole position stagionale, precedendo di due decimi di secondo Francesco Pizzi, sempre in prima fila. Scattata dalla pole position in gara 1, Hamda ha mantenuto la prima posizione, tagliando il traguardo con sette decimi di vantaggio su Lorenzo Fluxa.

Dopo gara 2 e gara 3 un pò in ombra, in è riuscita ad arrivare solo settima e sesta rispettivamente, la Al Qubaisi ha conquistato la sua terza vittoria nell’ultima gara di stagione e chiude in bellezza.

In un campionato vinto da Francesco Pizzi, la portacolori Prema Power Team è giunta a ridosso del podio in quarta posizione in classifica generale. Un ottimo risultato che permette di ben sperare nella carriera della giovane araba.

Si conclude cosi una stagione e già la FIA ha aperto la strada al prossimo ciclo tecnico della Formula 4. Con il Consiglio Mondiale di venerdì 7 marzo è stata ufficializzata l’introduzione della seconda generazione di monoposto a partire dal 2021. La principale novità sarà la presenza obbligatoria dell’Halo a protezione dell’abitacolo, seguendo gli standard delle categorie superiori che conducono alla F1.

La prima F4 con Halo è già scesa in pista a fine 2019: si tratta del modello che KCMG ha realizzato appositamente per i FIA Motorsport Games di Vallelunga.

L’azienda italiana Tatuus, costruttore di riferimento nella categoria, è già al lavoro sul progetto. “Da più di un anno ci stiamo lavorando e adesso stiamo sistemando i piccoli dettagli. Sfruttando tutte le nostre forze, vorremmo completare il progetto entro fine marzo” afferma Gianfranco De Bellis della Tatuus.

Verrà realizzata una scocca completamente nuova. L’installazione dell’Halo non permette una semplice evoluzione dell’attuale T014, sul mercato dal 2014. La scocca sarà più grande e più lunga e l’aumento di peso sarà compensato da un maggior carico aerodinamico e da motori con più cavalli.

Da evidenziare che ci sarà però una fase transitoria, così da rendere il passaggio meno impegnativo per gli organizzatori e per le squadre. Fino alla fine del 2023 i vari campionati potranno continuare con le auto di prima generazione, e i due regolamenti tecnici saranno validi in parallelo.

Leggi anche: F4 UAE | HAMDA AL QUBAISI ANCORA A PODIO

Anna Mangione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.