Cos’hanno in comune Matteo Nannini e Francesco Pizzi? Sicuramente il team con il quale hanno corso (Xcel Motorsport), ma ciò  che di più conta è l’aver conquistato il campionato di Formula 4 degli Emirati Arabi. Il primo nell’edizione disputatasi tra il 2018 e 2019, mentre il secondo si è laureato da pochissimo campione 2019/2020.




Andiamo quindi a scoprire insieme chi è Francesco Pizzi e come ha costruito la sua vittoria in Medio Oriente: nato a Roma il 12 novembre 2004, muove i primi passi, come la maggior parte dei piloti, nel karting, terminando settimo il campionato italiano karting di ACI, categoria Formula 60, nel 2013.

Il primo successo arriva l’anno successivo, grazie alla vittoria del Trofeo Città di Viterbo, categoria 60 Mini. Nello stesso anno si aggiudica il quinto posto in ROK Cup Italia, categoria Mini ROK.

Il 2015 è più impegnativo per Francesco, siccome partecipa alla WSK Final Cup categoria 60 Mini, chiudendo 9°. E’ quinto in ROK Cup International Finals, categoria Mini ROK, termina 15° nel campionato italiano karting ACI Sport categoria Mini 60 e prende parte alla stessa categoria, terminando quattordicesimo nel WSK Super Master Series e arriva terzo nel Trofeo nazionale ACI Sport.

Francesco nel 2016 vince la 21ª edizione di WinterCup, categoria Mini ROK ed è vice-campione sia in WSK Champions Cup, che in WSK Master Series, entrambi nelle fasce 60 Mini. Salto di categoria l’anno dopo con la partecipazione al campionato italiano karting ACI Sport categoria OK Junior (in cui chiude al terzo posto) e al ROK Cup International Finals in Junior ROK (che chiude quarto). Termina anche 26º il CIK-FIA World Championship OK Junior.

Nel 2018 prende ancora parte ai campionati CIK-FIA, questa volta corre nell’europeo OK Junior, che chiude 62°. Chiude quinto anche il 23° Winter Cup OK Junior e fa altrettanto nel WSK Champions Cup. Partecipa ad altri eventi, ma senza ottenere risultati di rilievo. Il 2019 è l’ultimo anno nel karting, prima di balzare in monoposto: partecipa al Super Master Series WSK KZ2, chiudendo 37° in Euro Series WSK OK, dove conclude 33° con Manetti Motorsport.

Alla fine dello scorso anno arriva la partecipazione alla F4 degli Emirati Arabi, nel quale il giovanissimo Francesco eredita il volante del team Xcel Motorsport appartenuto prima Matteo Nannini. Nelle prime 3 gare, andate in scena sul tracciato di Dubai a inizio gennaio, Francesco ottiene subito 2 giri veloci e 3 vittorie. Il secondo round si svolge invece a Yas Marina, dove la striscia di successi per Pizzi non si ferma: 1 giro veloce e 2 vittorie in gara-1 e gara-3.

Il terzo dei cinque round si svolge ancora a Yas Marina, e Francesco ottiene un solo successo, quello nell’ultima manche. Dubai ospita il penultimo round della stagione a fine febbraio: 2 pole positions, 2 giri veloci e 2 vittorie (in gara-2 e gara-3, mentre gara-1 va allo spagnolo Lorenzo Fluxa e gara-4 al tedesco Nico Golher).

Nell’ultimo round, a Dubai, anche se arriva solo 1 pole position, Fransceso Pizzi conquista il titolo assoluto e quello rookie con 300 punti totali e 10 podi. Batte proprio lo spagnolo Fluxa e il tedesco Golher. “E’ difficile trovare le parole per descrivere come mi sento – ha detto Francesco al termine del campionato – dopo tanti anni difficili in kart, dopo tanto duro lavoro, finalmente vedo i risultati.”

Per il giovane Pizzi è ora il momento di pensare alla F4 nostrana e a quella tedesca: il driver laziale disputerà infatti l’intera stagione della serie tricolore ed alcuni round di ADAC F4 con il team Van Amersfoort Racing.

Leggi anche: F4 UAE | Hamda Al Qubaisi chiude in bellezza

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.