Sebastian Vettel
Sebastian Vettel

In una recente intervista rilasciata da Sebastian Vettel al podcast della F1 “Beyond the Grid”, il pilota tedesco ha fatto un analisi dei suoi anni in Ferrari ammettendo di aver fallito a non vincere il titolo. Ha però anche aggiunto che alcune battaglie, riguardando indietro, avrebbe preferito non combatterle.

Parole dure quelle di Sebastian Vettel nei confronti della Ferrari, che dimostrano quanto il tedesco sia deluso ed amareggiato di non essere riuscito a portare a termine la sua missione di diventare Campione del Mondo con la Rossa. Eppure di occasioni ce ne sono state tante considerando due secondi posti nel 2017 e nel 2018, con 14 vittorie totali e tanti podi. Sicuramente Vettel si sarebbe aspettato più fiducia da parte della squadra dopo i sacrifici fatti, ma a Maranello hanno preferito puntare su Carlos Sainz.

LE PAROLE DI VETTEL

Queste le parole di Sebastian Vettel al podcast della F1 Beyond the Grid: “Non credo che avrò alcun rimpianto guardando indietro. È vero che ho fallito perché mi ero prefissato l’obiettivo di vincere il mondiale con la Ferrari. Ho fallito, non sono riuscito a farlo. Ci sono cose che avrei dovuto fare meglio, cose che forse avrei dovuto vedere prima, battaglie che forse non avrei dovuto combattere. Ma poi di nuovo, penso che tutto quello che è successo mi abbia portato dove sono ora”.

“Generalmente non sto parlando di cose che accadono in pista come perdere la macchina ad Hockenheim in condizioni miste di asciutto e bagnato. Molte persone lo indicano come un punto basso, ma non parlo di cose del genere. Penso che guardando indietro non valesse la pena combattere certe battaglie. Ma era probabilmente nella mia natura ed era naturale farlo, e penso di aver avuto anche un ruolo in alcuni di questi piccoli cambiamenti ma penso che alla fine sia così che maturi e impari”.

“Se devo essere giusto e duro, allora ho fallito. C’erano dei motivi? Probabilmente sì, ma non li accetto come scuse. Qualunque cosa sia successa, immagino che mi abbia portato al  livello successivo per concentrarmi sulla sfida successiva. Ancora una volta penso che la parte importante è che non ho il senso del rimpianto. Sono felice di andare avanti.”

ASTON MARTIN NUOVA SFIDA

Ricordiamo che Sebastian Vettel ha recentemente firmato con il team Aston Martin capitanato da Lawrence Stroll con il quale si unirà a partire dalla stagione 2021: “Per prima cosa vedo che la squadra sta crescendo in molti aspetti, il trend è positivo su tanti fronti. Ma è stata soprattutto la mentalità, la volontà di fare davvero qualcosa di speciale, e mi piace l’idea di fare parte di un progetto del genere. Ovviamente Racing Point, che in futuro sarà Aston Martin, è una realtà molto diversa dalla Ferrari, ma crescerà e credo che sarà un viaggio stimolante a cui mi aggiungerò cercando di dare il mio contributo”.

Restate sintonizzati sulle pagine di LiveGP per tutti gli aggiornamenti sul Mondiale 2020.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.