Lando Norris durante i test di Sakhir
Lando Norris durante i test di Sakhir

Alla fine dei test pre-stagionali, Lando Norris può dirsi soddisfatto del lavoro svolto in pista dal suo team. Durante la press conference con la carta stampata, il giovane inglese ha sottolineato la bontà di questi tre giorni, pur sottolineando come nessuno abbia comunque cercato la prestazione.

“Sto bene, sono contento e mi sento pronto”, ha subito dichiarato Norris, apparso impaziente di iniziare la nuova stagione anche se un po’ provato dalle fatiche dei test. “Sono stati giorni produttivi per me, per il team e per i ragazzi Mercedes; non abbiamo avuto particolari problemi”.

Vettura e power unit: la base è ottima

Lando ha sottolineato subito la bontà del progetto McLaren. Effettivamente, lui e il suo team mate Ricciardo sono sempre apparsi tra i migliori classificati, in particolare nelle sessioni mattutine con la pista più calda, sotto il sole battente di Sakhir.

“ La macchina è molto buona; abbiamo una base solida su cui lavorare. Ora possiamo cercare il modo per sbloccare quello che ci serve per essere sempre tra i primi anche in qualifica, ed arrivare costantemente in Q3”, ha spiegato Norris.

Le due settimane che mancano all’inizio del Mondiale, Lando le passerà intorno al tavolo con i suoi ingegneri a studiare dati e telemetrie. “Dobbiamo sederci e lavorare per capire un po’ meglio la macchina, soprattutto con i cambiamenti al fondo e al posteriore. Trovare il giusto amalgama tra tutti i componenti sarà fondamentale in vista dell’inizio della stagione”.

Norris è contento (e non potrebbe essere altrimenti) anche della nuova PU Mercedes. “Tutto è andato molto bene con i ragazzi di Brackley fino ad ora. Adesso tocca a me capire tutti i pulsanti sul volante per evitare problemi!”, ha scherzato.

“Abbiamo ancora tanto bisogno di lavorare, ovviamente, ma in questi tre giorni siamo entrati subito in sintonia. Chiaro, con Renault avevamo diverse prospettive e quindi i feeling erano molto differenti, ma questo non è certo un problema per noi. Alla prima qualifica capiremo dove siamo realmente”.

“E’ presto per dire dove siamo”                     

All’interno del team McLaren, sembra esserci anche tanta armonia tra Lando e il suo nuovo team mate, Daniel Ricciardo. “So che per lui è tutto diverso; il primo giorno ha ascoltato le mie conversazioni radio per capire come lavoriamo, ma da ieri si è sentito molto più a suo agio”.

Detto tutto ciò, quali sono le posizioni per cui Norris e la McLaren si aspettano di lottare in questo 2021? Secondo l’inglese è ancora troppo presto per dirlo: “Sono solo tre giorni di test, non so ancora dire di preciso come siamo messi”.

“Tutti i team si sono un po’ nascosti; ci sono stati diversi “giochi” con i pesi per quanto riguarda il carburante. Alpha Tauri sembra essere forte, anche vedendo i loro on board e i dati, ma penso che più o meno siamo tutti molto vicini. La  Red Bull sembra molto in palla; forse ci aspettavamo di più da Mercedes, ma, come ho già detto, sono solo test. Nessuno sa cosa stessero realmente facendo!”.

Staremo a vedere dunque come si evolverà la situazione, ma certamente Norris e la McLaren sono pronti a dare battaglia per ritagliarsi un posto tra i protagonisti di questo 2021!

Nicola Saglia                                    

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.