Sakhir test Vettel
Sebastian Vettel in azione a Sakhir

La prima giornata di test a Sakhir per Sebastian Vettel con i nuovi colori dell’Aston Martin si rivela produttiva. Molto più produttiva di quanto dicono i numeri, che parlano di 51 giri all’attivo e tredicesima posizione complessiva a 3.068″ dal miglior tempo segnato da Max Verstappen.

I numeri

Il tedesco ha preso confidenza con la AMR21 durante la mattinata per poi cedere, nel pomeriggio, il volante al compagno di squadra, Stroll.

Seb ha coperto il suo progamma giornaliero sulla distanza di 51 giri, provando anche le gomme C3 prototipo portate dalla Pirelli. Bizzarro constatare che la distanza coperta dal tedesco, pur risultando nella media, sia la seconda più estesa per i piloti spinti da PU Mercedes (il migliore è Nissany con 83 giri).

Complessivamente Vettel stacca il tredicesimo tempo di giornata nei test di Sakhir, a più di tre secondi dal leader Verstappen. Bisogna notare come i tempi siano andati generalmente migliorando con il progredire della sessione. I parziali sui tre settori lo vedono poco lontano da altri due protagonisti della mattinata, Raikkonen e Lelcerc, dai quali paga intorno ai tre / quattro decimi.

Il programma e le dichiarazioni

Nonostante un fugace filming-day a Silverstone, per Vettel la sessione odierna costituiva la prima vera presa di confidenza con la vettura e la scuderia in una sessione in pista. In tal senso Seb ha commentato: “E’ stata una giornata produttiva. Ci sono ancora molte cose alle quali devo abituarmi.

Il tedesco fornisce ulteriori dettagli sulla propria sessione: “Ovviamente la vettura è differente, la PU è differente e l’approccio è differente. C’è ancora un po’ di margine per me e per migliorare nella guida. La mattinata è stata abbastanza complicata, c’era molto vento e l’aderenza era piuttosto bassa, anche se penso che tutti abbiamo trovato le stesse condizioni di pista. Comunque è stata una sessione piuttosto buona per me, per imparare a leggere la macchina e acclimatarmi con tutti i nuovi elementi.”

Per quanto riguarda le sensazioni relative alla PU Mercedes, Seb non ha dubbi: “In termini di prestazione, tutti conoscono la forza del motore Mercedes, per cui da quel punto di vista non avremo scuse. Non vedo l’ora di procedere con il lavoro.”

Nel complesso la giornata sembra aver restituito al tedesco la calma e gli stimoli dei giorni migliori: “E’ stato divertente tornare in macchina e lavorare con il team.”

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.