Vettel
Sebastian Vettel terminerà la sua esperienza in Ferrari al termine del 2020

E’ un Sebastian Vettel low profile quello che si presenta ai giornalisti nella consueta intervista di fine sessione al Montmelò. Tanti i temi di giornata toccati dal pilota tedesco della Ferrari che ha tratto un suo personalissimo bilancio dei test.




Per il tedesco il bilancio di fine giornata recita 145 giri e migliore prestazione di giornata con il tempo di 1:16.841. Eppure sono molti i punti su cui dovrà lavorare la Ferrari per essere competitiva fino in fondo, secondo Vettel.

MIGLIORAMENTI NEL TERZO SETTORE DEL MONTMELO’

Oggi è stata una giornata davvero pessima per quello che riguarda le condizioni atmosferiche, il vento era molto intenso. Guidare in queste condizioni è stato veramente poco gradevole. In definitiva non la giornata migliore per scendere in pista ma non abbiamo avuto problemi particolari. Ovviamente la bandiera rossa non è stata l’ideale per valutare la nostra simulazione di gara, ma domani Charles avrà lo stesso programma quindi, sperando che abbia una giornata senza inconvenienti e condizioni migliori, saremo in grado di raccogliere dati più attendibili rispetto ad oggi. Non era certo oggi la giornata per scendere in pista e provare a battere il record. Posso dirvi che la macchina è migliorata, specialmente nel terzo settore, ma abbiamo dovuto rinunciare a un po’ di velocità di punta. C’è lavoro da fare, siamo un grande team e la stagione non è ancora iniziata.”

PROBLEMI DI…DRAG 

E’ difficile dire dove siamo. Nessuno prova nulla di particolare, anche la gestione delle gomme e delle mappature non è quella della gara. Lo capiremo in Australia. Abbiamo provato molte configurazioni diverse. Nei test nessuno gioca tutte le sue carte, i test non sono così affidabili per capire chi è più performante. Noi abbiamo un’idea sul nostro lavoro e capiremo la nostra posizione dopo un paio di gare. il tempo ci dirà dove siamo. Stiamo lavorando al massimo per eliminare il problema di drag, ma è da qui che dobbiamo partire”.

ESSERE FERRARI

Abbiamo provato cose che hanno funzionato e altre che non hanno funzionato. La Mercedes ha più facilità ad essere subito veloce. Dobbiamo pensare a fare il nostro lavoro e non tirare conclusioni che potrebbero rivelarsi affrettate. In ogni gara c’è la possibilità di vincere, migliore è la macchina maggiori sono le possibilità di vittoria. Siamo la Ferrari e dobbiamo provare a vincere. Non è facile per noi essere immediatamente veloci, ma dobbiamo capire come migliorare”.

F1 | MONTMELÒ,BINOTTO: “NON INSTALLEREMO IL DAS SULLA FERRARI”

Dal nostro inviato al Montmelò – Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.