giovinazzi
Antonio Giovinazzi, pilota dell'Alfa Romeo, nel corso dell'intervista di fine sessione

Quella di oggi al Montmelò è stata una giornata difficile per Antonio Giovinazzi. Il pilota italiano dell’Alfa Romeo, infatti, a causa di un testacoda in curva 4, ha danneggiato pesantemente la sua vettura dovendo rinunciare alla simulazione di qualifica in mattinata. E’ andata meglio al pomeriggio, ma per un giudizio definitivo bisognerà aspettare Melbourne.




E’ un Antonio Giovinazzi rilassato e sempre sorridente quello che si presenta davanti al box Alfa Romeo per le interviste di fine giornata.

GIORNATA PARTICOLARE

“Oggi è stata una giornata piuttosto difficile, perché siamo entrati in pista e questa era bagnata a causa della pioggia caduta stanotte. Per questo abbiamo perso del tempo prezioso. Poi quando sono rientrato in pista ho toccato involontariamente il cordolo esterno tra curva 3 e 4, perdendo il controllo della macchina e sono andato a sbattere. E lì ho perso definitivamente la mattinata”.

NO ALLA SIMULAZIONE DI QUALIFICA

Nel pomeriggio ho provato soprattutto il passo gara. Volevamo provare una simulazione di qualifica ma negli ultimi minuti ci sono state diverse bandiere gialle, per cui sono sono riuscito a farlo“.

PISTA E CONDIZIONI DIFFICILI

Le condizioni oggi erano molto difficili, perché c’era molto vento. La pista non era così veloce come la settimana passata. Il test è finito e io non sono contento al 100%, ma dobbiamo rimanere concentrati sul nostro lavoro. Domani spero che possa essere una giornata più facile per Kimi per poter accumulare più dati ed essere pronti per Melbourne. Oggi sul passo gara abbiamo faticato un po’ di più rispetto alla settimana passata a causa del vento che ha reso la macchina più sensibile. Ma alla fine queste condizioni le hanno trovate tutti. Non erano condizioni facili, ma credo proprio che per noi domani sarà una giornata migliore. Potremo vedere realmente dove sarà la nostra vettura“.

OBIETTIVO PUNTI A MELBOURNE PER GIOVINAZZI

“Sicuramente quest’anno sono meno stressato rispetto all’anno scorso. Ho già un anno alle spalle e so come approcciare i fine settimana di gara. Conosco la maggior parte delle piste, a parte il Vietnam, ma su quella pista sarà lo stesso per tutti. Sono più pronto e voglio essere in ottima forma già a Melbourne per fare punti“.

SENSAZIONE SULLA C39 

“Confermo quanto detto i giorni passati, ossia che la C39 è più facile da guidare rispetto alla C38. Abbiamo ancora bisogno di migliorare in alcuni punti, mentre in altri posso dire che la macchina ha fatto bei passi avanti. Non abbiamo tanto tempo prima di Melbourne, ma ne abbiamo abbastanza per sistemare alcune cose.

DECISIONE SULLA NUOVA ALA

“La nuova ala? Non abbiamo ancora preso decisioni definitive. Oggi è stata una giornata difficile a causa delle condizioni che abbiamo trovato. Sul passo gara provato ieri credo proprio che abbia funzionato piuttosto bene. Oggi con il vento è stato più difficile fare valutazioni. Dovremo ancora lavorarci sopra e capire meglio. Prenderemo una decisione definitiva domani alla fine dei test”.

F1 | ALFA ROMEO C39, L’ANALISI TECNICA: TRA DESIGN E OUTWASH

Dal nostro inviato al Montmelò – Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.