Verstappen e Hamilton si danno già battaglia in FP2. Credits: F1 Official Website
Verstappen e Hamilton si danno già battaglia in FP2. Credits: F1 Official Website

A dieci minuti dall’inizio delle FP2 del GP degli Stati Uniti non è passato inosservato lo scontro tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, appaiati sul rettilineo fino ad arrivare in curva 1. Non sono mancati gli insulti da parte dell’olandese, che si è lasciato sfuggire uno “stupido idiota” via radio.

PROVE TECNICHE DI SFIDA PER DOMENICA

Guardando il filmato sembra di assistere a una scena di gara, ma è solo venerdì. I due contendenti al titolo non usano mezzi termini, né si contengono in pista. Le provocazioni, dentro e fuori dal tracciato, sono ormai all’ordine del giorno e quanto accaduto poco fa durante il secondo turno di libere ne è la riprova.

Tutto è nato dal sorpasso di Verstappen in curva 15 ai danni di Lewis Hamilton. Il britannico non ha accolto di buon grado la provocazione del rivale, andando quindi ad affiancarlo in rettilineo per poi ripassarlo in staccata alla prima curva.

La furia di Verstappen non ha tardato a manifestarsi, tra dito medio e il commento “stupido idiota” via radio. Il muretto Red Bull ha cercato di tranquillizzare il leader del Mondiale consigliandogli di ignorare il gesto di Hamilton, ma ormai la tensione è ai massimi livelli.

Tuttavia, davanti ai media, un incredulo Max Verstappen ha affermato di non aver compreso quanto accaduto: “Non so cosa sia successo, eravamo tutti in fila per iniziare un giro lanciato. Non capisco veramente cosa sia successo”.

TENSIONE PALPABILE E PERFORMANCE LIVELLATE

Oltre alle scaramucce, per Verstappen non si è trattato di una sessione idilliaca. Relegato in ottava posizione, l’olandese non è riuscito a massimizzare la propria simulazione di qualifica a causa del traffico, ripiegando quindi sui long run. Nel passo gara la Red Bull #33 non ha nulla da invidiare al ritmo sfoggiato da Mercedes. Pertanto si preannuncia l’ennesimo corpo a corpo nella gara di domenica, in cui ancora una volta saranno i secondi piloti a fare la differenza per i due top team.

Concentrandosi sulle seconde guide, in FP2 è stato Sergio Perez a far segnare la miglior prestazione in 1’34”946 su gomma Soft, mentre ad avere la meglio nella prima sessione di libere era stato Valtteri Bottas in 1’34”874.

Beatrice Zamuner

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.