mercedes

E’ stato un venerdì da protagonista quello che la Mercedes ha chiuso sul tracciato del Montmelò, sede della quarta prova del Mondiale di Formula 1 2021. In entrambe le sessioni, infatti, il team di Brackley ha portato entrambe le vetture in prima e seconda posizioni con Valtteri Bottas davanti a Lewis Hamilton, sia nella sessione mattutina sia in quella pomeridiana. Ottimi i segnali inviati da Ferrari e Alpine, mentre è parsa più in ombra la Red Bull

Peccato che sia solo venerdì, e si sa in questa giornata i tempi contano davvero poco, ma le indicazioni arrivate dopo le due sessioni di prove libere del Gran Premio di Spagna, seppur non ancora definitive possono comunque fornire un primo quadro della situazione.

MERCEDES A LIVELLO…MERCEDES

E’ questa la prima impressione che arriva dal pomeriggio catalano sul team Campione del Mondo. In qualsiasi tipo di configurazione le due Frecce Nere non hanno mai faticato nel trovare la prestazione, con Bottas davanti ad Hamilton davvero di pochissimo. Come detto è solo venerdì, ma se chi ben comincia è a metà dell’opera… beh in Mercedes sono decisamente a buon punto nella costruzione del loro weekend di gara.

SQUILLI DI FERRARI E ALPINE

Dietro la corazzata Mercedes a sorpresa si sono trovate la Ferrari di Leclerc e le due Alpine di Esteban Ocon e Fernando Alonso che, come a Portimao, sono sembrate essere veloci non appena scese in pista. Prova confortante anche per la Ferrari che, con il monegasco, è stata veloce sia nello stint di simulazione qualifica (con miglior tempo nel T3), sia in quello in configurazione gara con tempi vicinissimi ai due Mercedes. Più in difficoltà Carlos Sainz (8° nella FP2), con lo spagnolo evidentemente ancora alle prese con il processo di apprendimento alla nuova per lui realtà Ferrari.

IN OMBRA RED BULL E MCLAREN 

Le sorprese in negativo di questo venerdì sono la Red Bull e la McLaren. Soprattutto il team di Milton Keynes non è sembrato mai al passo con la Mercedes, almeno nella sessione pomeridiana, non brillando in entrambi le configurazioni sia con Verstappen, sia con Perez, ma dichiararla fuori gioco è un esercizio che non farebbe nemmeno il più inguaribile degli ottimisti. Diversa la situazione in casa Woking, con Lando Norris davanti, e di pochi millesimi, a Daniel Ricciardo, con i due rispettivamente in P12 e P15. Quale sarà il vero potenziale della McLaren lo sapremo, ovviamente, solo domani.

ASTON MARTIN E ALFA IN LOTTA PER UN POSTO IN TOP 10

Nelle retrovie il pacchetto di mischia è davvero nutrito con parecchie vetture racchiuse in un fazzoletto. Tra queste, tolte le due Mclaren, chi sembra poter ambire a giocarsi quantomeno un posto nel Q3 sono Aston Martin e Alfa Romeo, con Sebastian Vettel 11° e Antonio Giovinazzi 13° non lontanissime dalla P10 occupata in questa giornata da Sergio Perez.

Nel fondo il venerdì di Barcellona ha confermato il trend visto nelle prime tre gare stagionali, con Russel a guidare il gruppo davanti al compagno di squadra Latifi e Mick Schumacher per l’ennesima volta davanti a Nikita Mazepin.

Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.