Verstappen Hamilton
Termina anche la terza e ultima sessione di prove libere, che vede Max Verstappen chiudere davanti a tutti. Distacchi molto ravvicinati, e soprattutto tre motori nelle prime tre posizioni: Honda (Red Bull), Mercedes e Ferrari.

LA PRIMA MEZZ’ORA

Fernando Alonso è il primo pilota a scendere in pista dopo 5 minuti dal semaforo verde, e monta gomme medie nuove. Il suo primo giro è in 1:21.020.

Il pilota di casa, al volante della Alpine, rimane l’unico in pista nei primi 10 minuti. Il secondo passaggio è più lento del primo a causa di una correzione in curva 8. Alonso in radio ha definito la vettura “stabile ma con poco grip”.

Poco dopo lasciano la pitlane anche Perez, Ricciardo, Raikkonen e Giovinazzi. Tra i piloti in pista in questa fase, solo il duo Alfa Romeo ha montato gomme soft nuove.

Il messicano della Red Bull gira in 1:20.388, mentre l’australiano della McLaren si stabilizza a +0.135 da Perez.

Giovinazzi, che come il suo compagno di squadra, fa segnare il tempo più basso in 1:19.368. Per il pilota di Martina Franca un salto su un cordolo è motivo di un danno al fondo della sua vettura. Alle sue spalle arriva Raikkonen, suo compagno di squadra, a +0.364

Leclerc, con gomma rossa, gira in 1:18.997 ed è il primo in questa sessione a scendere sotto il muro dell’1:19. Solo quinto Carlos Sainz, a parità di gomma, che chiude a +0.792 dal compagno di squadra.

Capitolo a parte per le Haas, con Mazepin che è davanti solo a Tsunoda e Schumacher che precede anche Alonso, oltre al compagno di squadra e al giapponese di AlphaTauri.

LE MERCEDES IN PISTA

Dopo la prima mezz’ora inizia l’attività in pista per le Frecce d’Argento. Bottas, su gomme gialle, gira in 1:18.423. Ancora meglio fa Lewis Hamilton, anche lui su gomme rosse, che gira in 1:18.304. Alle loro spalle arriva Verstappen a +0.326

Sainz intanto guadagna qualcosa e riesce a mettersi alle spalle del monegasco, suo compagno di squadra. Molto bene la power unit Ferrari anche sulla Alfa Romeo di Raikkonen, che fa il miglior tempo nel primo settore per poi perdere nel secondo e terzo.

Tsunoda abbassa il suo tempo, sale in dodicesima posizione con un tempo di 1:19.705 montando gomme medie, e rimane l’unico in pista

IL SECONDO TENTATIVO

Tutti i piloti scendono in pista per un secondo tentativo. Leclerc e Sainz conquistano rispettivamente seconda e terza posizione alle spalle di Hamilton, alle loro spalle c’è Bottas, a seguire le due McLaren con Norris davanti a Ricciardo. Da notare Kimi Raikkonen con il settimo tempo davanti alle due Red Bull con Verstappen davanti a Perez.

Raikkonen buca la posteriore destra saltando su un salsicciotto, e Norris finisce in ghiaia in curva 11 dopo aver perso il posteriore.

Negli ultimi 10 minuti Hamilton vola, chiude in 1:18.070, ma arriva la sorpresa: Max Verstappen vola e fa meglio del campione del mondo. Il suo tempo è 1:17.835, l’olandese è il primo a scendere sotto il muro dell’1:18 e il suo giro è stato migliore di quello di Hamilton di 235 millesimi.

Bene anche Gasly, che mentre tutti fanno prove di partenza chiude il suo giro con il settimo tempo, 1:18.535

Finisce dunque così la terza e ultima sessione di prove libere del weekend, con tre piloti di tre team diversi con motorizzazione differente nel podio virtuale. Sarà interessante vedere se anche in qualifica avremo una situazione simile

Beppe Dammacco

Leggi anche: F1 | GP Spagna: il venerdì del Montmelò dice Mercedes

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.