F1 Spagna FP1
Valtteri Bottas comanda le prime prove libere in Spagna (credit: profilo Twitter AMG Mercedes F1)

Con le FP1 del venerdì prende il via il quarto fine settimana del campionato 2021: la F1 torna sul familiare tracciato di Catalunya, in Spagna. Valtteri Bottas segna il miglior tempo di sessione, caratterizzata da una bandiera rossa, seguito da Max Verstappen e dal compagno di squadra Lewis Hamilton.

Mazepin subito lungo

La sessione si apre in condizioni meteo ottimali, con 22 °C di temperatura ambientale. Pirelli ha portato in pista la stessa selezione di mescole usata in Portogallo, dunque le più dure disponibili sulla scala. Per le FP1, in casa Alfa Romeo Racing troviamo Robert Kubica al posto di Kimi Raikkonen e, in Williams, Roy Nissany prende il posto di George Russell. Kubica girerà anche durante i test Pirelli che seguiranno il fine settimana di gara. I primi giri di installazione vedono i piloti prendere confidenza con il tracciato impiegando la gomma a spalla bianca e in questa fase Mazepin esce in Curva 8. Il russo comunque riesce a portare fuori la propria Haas dalla ghiaia e la sessione continua senza interruzioni.

Bandiera rossa

Il programma della mattinata prevede uno scarso impiego delle gomme medie, che verranno provate nel pomeriggio in condizioni ambientali più simili a quelle di gara. Il tempo di riferimento della pole position dello scorso anno (1:15.584) non pare essere alla portata dei piloti impegnati nella sessione, con i tempi migliori che oscillano intorno al minuto e diciannove. Quando manca circa un quarto d’ora alla fine della sessione, Kubica ferma la propria Alfa Romeo nella ghiaia fuori da Curva 10. Robert entra troppo veloce nella piega e lo stop causa la bandiera rossa. Poco prima dell’uscita di Kubica, Bottas segna il tempo migliore della sessione in 1:18.504, staccando di 0.123 Hamilton e di 0.440 Norris.

Nascondino Red Bull

Con la bandiera verde tutti i piloti riprendono la via della pista, per finire il programma della mattinata, specialmente sulla gomma morbida. Le Red Bull, soprattutto quella di Verstappen, non sono state molto attive nella sessione e sono state lontane dalle prime posizioni. In ogni caso, nei minuti finali l’olandese segna il suo miglior tempo di sessione, che lo porta in seconda posizione a +0.033 dal tempo segnato in precedenza da Bottas. Difficile comprendere esattamente il rapporto di forze tra Hamilton e Verstappen, tema che verrà chiarito con le prossime sessioni.

Tabella dei tempi

Guardando alla tabella dei tempi (che riporta il numero di set di gomme testati durante la sessione) si nota il quinto e sesto posto delle Ferrari. Per Sainz qualche problema nel finale di sessione: viaggiando lentamente sulla linea di gara costringe Bottas ad una manovra di emergenza per evitare la collisione.

Aston Martin con entrambe le vetture nei primi dieci, mentre la McLaren vede ancora una differenza di posizioni tra Norris e Ricciardo. In casa Red Bull si nota il nono posto di Perez, distanziato di circa otto decimi dal miglior tempo del compagno di squadra.

1 Valtteri Bottas 1:18.504 4
2 Max Verstappen +0.033 3
3 Lewis Hamilton +0.123 4
4 Lando Norris +0.440 6
5 Charles Leclerc +0.492 4
6 Carlos Sainz +0.516 5
7 Pierre Gasly +0.558 4
8 Sebastian Vettel +0.730 4
9 Sergio Perez +0.845 4
10 Lance Stroll +0.925 3
11 Yuki Tsunoda +1.165 5
12 Esteban Ocon +1.177 3
13 Antonio Giovinazzi +1.190 4
14 Daniel Ricciardo +1.228 6
15 Fernando Alonso +1.446 4
16 Nicholas Latifi +1.766 4
17 Roy Nissany +2.196 3
18 Mick Schumacher +2.262 3
19 Robert Kubica +3.383 4
20 Nikita Mazepin +3.472 3

Appuntamento nel pomeriggio per la seconda sessione di prove libere e i piloti titolari (Raikkonen e Russell) al volante delle proprie vetture.

Luca Colombo

Leggi anche: F1 | GP Spagna: info e orari del weekend

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.