Ferrari GP Singapore
Credits: Scuderia Ferrari

Nonostante le premesse della vigilia e il doppio podio conquistato dalla Ferrari nel GP Singapore di F1, rimane la delusione per l’ennesima vittoria sfumata. Charles Leclerc ha fatto il possibile, ma nulla ha potuto contro un Sergio Perez quasi perfetto oggi.

LA VITTORIA SFUMA ANCORA

Un Sergio Perez che oggi è stato semplicemente impeccabile sin dalla partenza, dove si è preso la prima posizione e non l’ha più mollata. Rimane l’amarezza in casa Ferrari per una vittoria che oggi sembrava alla portata più che mai ed invece è sfumata nonostante gli sforzi del monegasco. Leclerc infatti le ha provate tutte oggi ma non è stato semplicemente possibile sorpassare il messicano che si è difeso bene in tutte le situazioni. Troppi rischi per la Ferrari #16 che alla fine ha dovuto fare anche i conti con il surriscaldamento delle gomme anteriori e che non gli hanno più permesso di tenere il passo di Perez, dovendosi accontentare della seconda posizione finale.

Più complicata invece la gara di Carlos Sainz, oggi non in grado di replicare il passo del compagno di squadra ed alle prese per buona parte della gara con un Lewis Hamilton che gli ha dato filo da torcere fino all’errore che lo ha mandato contro le barriere. Alla fine le due Ferrari chiudono il GP Singapore di F1 in seconda e terza posizione, raccogliendo un doppio podio che in altri tempi sarebbe stato un buon risultato, ma non oggi viste le premesse. Ci si aspettava di più dalla Rossa tra le strade del Marina Bay Circuit, considerato il passo mostrato nelle prove, ma la Red Bull come sempre quest’anno, ha tirato fuori qualcosa di più in gara.

LE DICHIARAZIONI DI LECLERC

Al termine del GP Singapore di F1, il monegasco della Ferrari si è assunto la responsabilità del secondo posto di oggi. Leclerc infatti non è riuscito ad azzeccare la partenza perfetta, facendosi sfilare da Perez e non potendo più imporre il suo ritmo per il resto della gara. Charles ha infatti dichiarato: “Ho spinto per tutta la gara, purtroppo ho fatto una brutta partenza che mi ha costretto ad inseguire e dopo è stato difficile fare il mio passo. Ho avuto un po’ di pattinamento al via, e non sono più riuscito a spingere. La gara è stata difficile a livello fisico ma ora dovrò dormire bene per prepararmi per il Giappone”.

LE DICHIARAZIONI DI SAINZ

Anche per Carlos Sainz non è stata una gara facile. Lo spagnolo della Ferrari come detto prima non ha mai avuto il passo dei primi e si è dovuto accontentare della terza posizione finale nel GP Singapore di F1. Al termine della gara Sainz ha dichiarato: “La gara è stata molto difficile, non ho mai trovato ritmo sul bagnato e non sono riuscito a sfidare i primi due perché faticavo con il posteriore. In queste condizioni se ti manca quel pizzico di fiducia in più ti devi accontentare, ed io mi sono accontentato del terzo posto”. 

Lo spagnolo però vede qualcosa di positivo nella sua prestazione: “Di positivo c’è che non ho commesso errori, portando al traguardo le gomme e riuscendo a tornare veloce verso la fine della gara, quando è aumentata un po’ la confidenza con la macchina. Si tratta di un bel risultato per il team e per il campionato Costruttori, anche se è un peccato non aver vinto. E’ stato pazzesco quanto tempo sia servito alla pista per asciugarsi, non so perché, continuavamo a girare ma poi guardavo il circuito e non appariva mai la linea asciutta, e si continua a scivolare moltissimo. Sicuramente è una cosa da tenere a mente per il futuro, perché da questo punto di vista è una pista unica”. 

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.