GP Russia Perez

Sergio Perez conquista il quarto posto nelle qualifiche del GP di Russia a Sochi. Checo riesce a sfruttare il potenziale della propria vettura, nonostante non sia dotata dell’ultimo pacchetto di aggiornamenti tecnici. Le buone prestazioni del messicano non sono di certo una novità, rendendolo di fatto un “pezzo” importante nel mercato piloti.

Quarto posto in griglia

Il messicano arriva sul tracciato di Sochi sapendo di non poter disporre dell’ultimo aggiornamento tecnico sulla sua Racing Point. L’incidente di Lance Stroll al Mugello ha scombinato i piani di produzione della scuderia di Silverstone, che riserva le novità ancora una volta al canadese.

Dopo un accenno di polemica via social nei confronti del trattamento riservato dalla scuderia, Sergio si mette in mostra durante le qualifiche. La sua progressione è molto interessante: 1:33.704 nel Q1, 1:33.038 nel Q2 e 1:32.317 nel Q3, riscontro valido per il quarto tempo a un secondo di distanza dal giro mostruoso di Hamilton.

Checo, nonostante una vettura teoricamente meno performante rispetto a Lance Stroll, regola il compagno di squadra girando un decimo più veloce nel Q1 e tre decimi più rapido nel Q2. La differenza in griglia amplifica ancora di più il riscontro cronometrico: Perez quarto, Stroll tredicesimo.

Uomo mercato

L’uscita inattesa dall’universo Racing Point ha messo Sergio Perez sul mercato. La posizione del messicano pare essere uno dei perni su cui si muoverà il mercato piloti nel breve termine.

Le direzioni sulle quali sembra potersi muovere Perez sono Haas, Alfa Romeo e… Red Bull. L’approdo nella scuderia di Milton Keynes, per quanto fantascientifico, non è da scartare, viste le credenziali del pilota e gli sponsor personali che non creerebbero conflitti con quelli della scuderia.

In Haas pare che entrambi i piloti siano in discussione, su tutti Romain Grosjean. Per il messicano la Haas potrebbe essere una destinazione realistica in chiave 2021, sempre che gli americani non decidano di aprire le porte a qualche pilota FDA.

Per quanto riguarda l’Alfa Romeo, invece, Fredric Vasseur ha dichiarato di aspettare la decisione di Kimi Raikkonen per quanto riguarda il 2021: la scuderia elvetica vorrebbe poter avvalersi ancora di Kimi, ma questo dipenderà da quanto Raikkonen ritenga ancora “piacevole” guidare in Formula 1.

Perez potrebbe inserirsi in questo quadro o come compagno di squadra di Kimi o come suo sostituto. Anche qui bisognerà vedere quali saranno le decisioni della scuderia di Hinwill, soprattutto per quanto riguarda far esordire Mick Schumacher nella massima Formula. Il tempo dirà come si metteranno le cose, ma in tutto questo giro di volanti potrebbe rimanere estromesso Antonio Giovinazzi.

Leggi anche: F1 | GP RUSSIA, QUALIFICHE: HAMILTON, POLE SOTTO INVESTIGAZIONE

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.