monaco
Il podio del Gran Premio di Monaco 2021

Nel giorno del disastro Ferrari a sorridere è Max Verstappen che, trionfando nel GP di Monaco, si prende in un colpo solo vittoria e vetta della classifica iridata. Dietro l’olandese della Red Bull, Carlos Sainz e Lando Norris completano il podio, con lo spagnolo che salva la giornata della Ferrari iniziata in maniera negativa per la non partenza di Charles Leclerc. Ma vediamo i voti ai protagonisti del Gran Premio di Monaco, quinta prova del Mondiale 2021 di Formula 1

Max Verstappen 9. L’incidente di Leclerc lo priva del tentativo di provare ad agguantare la pole position. Poi, causa il ritiro del monegasco, scatta dalla pole position andando a vincere la sua gara numero 12 e balzando per la prima volta in carriera in testa alla classifica del Mondiale.

Carlos Sainz 8,5. Primo podio in Ferrari che conquista, al netto dei ritiri di Bottas e Leclerc, soprattutto per merito di un ottimo ritmo gara che, nella fase centrale, gli fa sognare persino di poter andare a prendere il battistrada Verstappen. Il risultato è comunque ottimo e gli dà ancora più fiducia per il proseguo della stagione.

Lando Norris 8. Scatta terzo e conclude terzo. Potrebbe sembrare una gara facile per l’inglese che, soprattutto nel finale, riesce a mantenere il podio nonostante parecchi giri sulle proprie gomme.

Sergio Perez 7,5. I suoi rimpianti possono riguardare solo la giornata di sabato e la brutta qualifica che lo costringe a staccare dalla nona posizione. Poi in gara grazie al supporto della strategia Red Bull, recupera in un colpo solo diverse posizioni sfiorando la zona podio che gli viene negata solamente dalla grande tenacia di Norris.

Sebastian Vettel 7,5. Per essere un pilota bollito fa una grandissima gara. Ma è il weekend in generale ad essere positivo per l’ex Ferrari che, sia in qualifica che in gara, dimostra, dove il pilota può fare la differenza, che è ancora in grado di poter dire la sua in Formula 1.

Pierre Gasly 7,5. Gara maiuscola del francese che, persa una posizione al via, se la riprende con la strategia e grazie alla tempestività del muretto Alpha Tauri. Non concede mai ad Hamilton la possibilità di attaccarlo, dimostrando grande sangue freddo e una gestione gara impeccabile.

Lewis Hamilton 5. Si prende un weekend di pausa, cosa davvero anormale per uno come lui. Perennemente in difficoltà, anche nei confronti di Bottas, nemmeno con la strategia riesce a recuperare posizioni, perdendole addirittura. Ma già da Baku lo rivedremo nelle posizioni in cui ci ha abituato a vederlo.

Lance Stroll 6,5. Buona partenza del canadese che al via riesce ad avere la meglio su Ricciardo. Poi con uno stint decisamente lungo riesce a guadagnare delle posizioni anche su Ocon e Giovinazzi conquistando un ottimo 8° posto.

Esteban Ocon 6,5. Si piazza un’altra volta davanti al compagno di squadra centrando un’altra zona punti nonostante un Alpine piuttosto in affanno a Monaco.

Antonio Giovinazzi 7. Centra l’accesso nel Q3 e mantiene la zona punti anche se il rammarico per quello che sarebbe potuto essere rimane eccome, visto che la strategia dell’Alfa Romeo non è risultata molto efficace.

Kimi Raikkonen 6,5. Partendo da metà gruppo non gli si poteva chiedere di più. Con la solita maestria nella gestione gomme tenta qualcosa di diverso, ma senza successo.

Daniel Ricciardo 4,5. Anche per lui vale lo stesso discorso fatto per Alonso. Uno dei misteri più inspiegabili di questo campionato 2021. Fa malissimo vederlo così in difficoltà…

Fernando Alonso 4,5. Purtroppo il tempo sembra essere passato per il buon Fernando, che anche su un circuito dove potrebbe fare la differenza non la fa, rimanendo sempre molto distante dal compagno di squadra e dalla zona punti.

George Russell 6. Si rischia di diventare retorici nel giudicare le sue prestazioni. Ma la realtà dei fatti è che meriterebbe molto di più della Williams attuale.

Nicholas Latifi 6. Nessun acuto ma nemmeno errori per il canadese che, per una volta tanto, riesce a rimanere incollato al più talentuoso compagno di squadra.

Yuki Tsunoda 4. Lo spumeggiante esordio in Bahrain è solo un lontano ricordo. Anche a Monaco gara incolore e a distanza siderale dal compagno di squadra per il giapponese.

Nikita Mazepin 6. I bookmakers lo davano a quote davvero basse come candidato a “baciare” le barriere di Montecarlo. E invece il russo, in barba alle malelingue, non solo salva le coronarie del buon Gunther Steiner ma si mette per una volta anche davanti al compagno di squadra.

Mick Schumacher 5. Weekend costellato da errori su una pista dove il padre ha trionfato ben 5 volte. E’ giovane e crescerà sicuramente…

Valtteri Bottas 7,5. Per una volta non gli si può appuntare nulla. Piazza nelle prime tre posizioni una Mercedes in evidente difficoltà tra le stradine del Principato, mentre in gara si attacca alla Red Bull che avrebbe potuto sorpassare di strategia. Ma un problema con il dado dell’anteriore destra lo mette fuori dai giochi in maniera incredibile.

Charles Leclerc 6,5. Il voto è condizionato dall’errore nel finale di Q3 che, a conti fatti, lo priva della probabile vittoria nel Gran Premio di casa. Prima di quello, da autentico Principe di Monaco, primeggia in tutte le sessioni dimostrando di avere un buon feeling con pista e vettura. Per trionfare a casa sua dovrà aspettare ancora…

Vincenzo Buonpane 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.