Racing Point qualifiche

Nonostante i buoni tempi registrati durante le sessioni di prova, le qualifiche del GP di Gran Bretagna presentano una prestazione al di sotto delle aspettative per la Racing Point. Lance Stroll si classifica in sesta posizione, mentre Nico Hulkenberg viene eliminato in Q2 con il tredicesimo tempo.

Sabato pomeriggio anonimo

Il sabato pomeriggio delle “Mercedes rosa” si conclude con una prestazione tutto sommato anonima se consideriamo la grandeur dei risultati ottenuti nelle prove. Stroll, infatti, aveva chiuso al comando le FP2 e ha staccato il quarto tempo (a circa sette decimi di distanza dal primo) nelle FP3 di questa mattina.

Proprio il canadese entra nel Q3, ma si deve accontentare di un sesto posto, incassando circa 1.5s da parte del pole-man Lewis Hamilton. Peggio va a Nico Hulkenberg: il tedesco, che non guidava in Formula 1 dall’ultima gara della stagione 2019, chiude la sessione al tredicesimo posto, eliminato nella Q2.

Analisi delle frazioni

In qualche maniera la prestazione di Hulk è giustificabile con la ruggine accumulata. Nel Q1 il tedesco gira con un buon tempo (1:26.327), che però peggiora di circa tre decimi nel Q2. Peccato, perché con un 1:26.3 si sarebbe guadagnato la Q3.

Davanti a Lance Stroll, invece, troviamo Verstappen, Leclerc e Norris. Red Bull a parte, la classifica costruttori parla di un rapporto di forze diametralmente opposto. Anche il canadese lamenta un tempo in Q2 più lento rispetto al Q1, mentre con le gomme più morbide non riesce a fare la differenza in maniera decisa nel Q3.

Possibili interpretazioni

Tra le possibili interpretazioni sulle cause di questo risultato possiamo segnalare un deciso calo di temperature sull’asfalto che potrebbe aver portato nocumento alle prestazioni della vettura di Silverstone, soprattutto nella gestione delle gomme più morbide.

Sicuramente la mancanza della figura di Sergio Perez come team leader, quantomeno per la sua esperienza, ha avuto il suo peso sulla progressione delle prestazioni e sull’affinamento della preparazione relativa alla monoposto.

In ogni caso, la monoposto della scuderia di Silverstone sembra avere le carte in regola per impostare un buon passo nella gara di domani. Un sesto posto in griglia non è comunque una brutta posizione di partenza per chi vuole conquistare punti pesanti.

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.