GP Bahrain strategie
Credit: profilo Twitter McLaren

Sarà un GP del Bahrain molto interessante dal punto di vista delle strategie, quello che scatterà questo pomeriggio alle ore 17:00 e che Radio LiveGP seguirà con il commento in diretta. Tutti i team saranno obbligati alla doppia sosta ai box per completare i 57 giri previsti sul circuito di Sakhir, che mette a dura prova le coperture Pirelli. Per questo motivo, la gestione della gomma in gara sarà un elemento cruciale.

SEGUI LA GARA IN DIRETTA CON LIVEGP.IT!

VERSTAPPEN VS MERCEDES

I primi tre scatteranno al via con la gomma medium, che avrà un decadimento prestazionale contenuto rispetto alla gomma soft. La Red bull giocherà tutte le sue carte solamente con Max Verstappen, vista la posizione di partenza di Sergio Perez (11° posto). La Mercedes potrebbe provare a strappare la vittoria al team di Milton Keynes, differenziando le strategie con i propri piloti. In che modo? Puntando sull’undercut con il pilota più vicino a Verstappen e sull’overcut con il pilota più lontano, per cercare di sfruttare anche l’eventuale ingresso di una safety car, dopo il pit stop del pilota Red bull.

Con queste premesse si comprende bene come sarà fondamentale, se non decisivo, per il numero 33 non perdere la prima posizione al via e gestire nel miglior dei modi la gomma nel primo stint di gara. Gestione della gomma che, da quanto emerge dai dati del venerdì, non dovrebbe essere problematica per Red Bull nei confronti della Mercedes. Il secondo stint di gara potrebbe essere affrontato sia con la gomma Hard sia con la gomma Medium, con le due strategie molto vicine in termini cronometrici, così come il terzo ed ultimo stint. Il primo pit stop è previsto intorno al giro numero 18, il secondo intorno al giro 40.

CASA FERRARI

Charles Leclerc sarà il primo pilota in griglia a partire con la gomma rossa, la quale potrebbe dare al monegasco uno spunto migliore nei primi metri di gara, anche se la sua SF-21 dovrà partire dal lato più sporco della pista. Gomma rossa che, come detto, soffrirà di degrado in maggior modo rispetto alla gialla, ma in Ferrari hanno tutti i dati per poter gestire in maniera ottimale il compound C4.

Infatti oltre alle comparazioni del venerdì, la Ferrari ha in dote una simulazione di gara fatta con gomma morbida nei test da Carlos Sainz, con una temperatura più alta rispetto a quella che avremo nel pomeriggio in Bahrain. Temperature che nella giornata di oggi saranno abbastanza più basse rispetto a venerdì e questo potrebbe aiutare, e di molto, la gestione del primo stint di gara, che dovrebbe durare intorno ai 15 giri, per poi puntare sulla strategia a due soste, montando gomma medium o gomma hard, come i team che partono con la gomma medium.

SIMULAZIONE PASSO GARA DEL VENERDÌ

Nella giornata del venerdì tutti i team hanno provato la gara, molti, come potete vedere dal grafico completo, hanno montato la gomma gialla per effettuare la propria simulazione. Il divario prestazionale fra Red Bull e Mercedes è davvero minimo, con un piccolo vantaggio per il team di Max Verstappen. Tralasciando i due top team, che non avranno rivali in gara, la lotta per essere la terza forza in pista si preannuncia molto entusiasmante con tantissimi team a pochi decimi fra di loro.

La Ferrari dovrà stare molto attenta all’Alpha Tauri di Pierre Gasly, che potrebbe avere un ritmo migliore rispetto alla scuderia di Maranello. Da verificare in gara anche il pace della McLaren che, pur scattando in sesta posizione con Daniel Ricciardo ed in settima con Lando Norris, punta a stare davanti ai due team italiani. Dovrebbero essere più staccate l’Aston Martin di Lance Stroll e l’Alpine di Fernando Alonso, che lotteranno per la zona bassa della top ten, la quale sarà preda anche di Tsunoda, che scatterà dalla tredicesima posizione in griglia, e da Sergio Perez, che parte undicesimo con l’altra Red Bull.

Francesco Magaddino

Leggi anche: F1 | GP BAHRAIN, QUALIFICHE: VETTEL, UN GIRO DA DIMENTICARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.