F1 conferenza piloti

Il Gran Premio del Bahrain di F1 è ormai alle porte, e come di consueto il giovedì arriva la conferenza stampa dei piloti. Andiamo a vedere le principali dichiarazioni dei protagonisti di oggi.

FERRARI

Iniziamo la conferenza stampa piloti F1 con la Scuderia Ferrari. La curiosità sulla nuova SF21 è tanta, cosi come dimostrano le principali domande rivolte al nuovo duo della Rossa. Nonostante solo tre giorni di test, sia Leclerc che Sainz sembrano soddisfatti della monoposto. Charles Leclerc ha infatti dichiarato: “Siamo pronti, nonostante solo tre giorni di test. Abbiamo fatto tutto ciò che era in programma, la preparazione è stata buona ma adesso tocca alla pista. La SF21 sembra più semplice da guidare, è migliorata sia in entrata che in uscita di curva. Vedremo nelle qualifiche dove siamo, anche per quanto riguarda la power unit. Una volta spinto al massimo, capiremo quanto siamo progrediti”.

Dello stesso parere il collega Carlos Sainz, anche se adattarsi ad una nuova realtà come la Ferrari può richiedere del tempo: “Penso di aver fatto un buon lavoro in inverno per arrivare il più preparato possibile. Ho lavorato tanto al simulatore, avrei voluto fare più chilometri, ma tutto sommato mi sento pronto. Aver cambiato tanti team può aiutare, ma non c’è una regola precisa e un numero di gare per adattarsi alla macchina. Dipende dalle sensazioni che la macchina ti dà, e dal feeling con il team. Difficile dire quando sarò pronto per spingermi a limite”.

ALPINE

La conferenza prosegue con le dichiarazioni dei due piloti Alpine, Fernando Alonso ed Esteban Ocon. Le domande si concentrano sullo spagnolo e sulle sue sensazioni al ritorno in F1: “E’ stato bello tornare in macchina, bello riavere quella sensazione di competizione in pista. Serve tempo per trovare il ritmo e non sono al 100% ma vale per molti, soprattutto per chi ha cambiato squadra. Siamo soddisfatti della nuova power unit, si tratta di un evoluzione del 2021 e non abbiamo avuto problemi. L’affidabilità è migliorata rispetto al passato. E’ stato fatto un lavoro impressionante, serve fiducia, non ci sono garanzie.

ASTON MARTIN

Adesso l’attenzione si sposta su Aston Martin, al ritorno in F1 come Team dopo la sponsorizzazione alla Red Bull. Ricordiamo per chi non lo sapesse, che si tratta della ex Racing Point capitanata da Lawrence Stroll, che ha cambiato la sua colorazione rosa nello storico verde della casa britannica.

L’attenzione ovviamente è su Sebastian Vettel, che dopo aver chiuso il capitolo Ferrari si rilancia in questa nuova avventura. Avventura però non esente da difficoltà come visto nei tre giorni di test disputati proprio in Bahrain: “E’ andata com’è andata, abbiamo girato poco nei test. Però sono fiducioso e penso ci troveremo in una posizione discreta. Sono piuttosto contento e mi sono sentito subito a mio agio sulla macchina nonostante i pochi chilometri. Ci sono cose alle quali devo abituarmi e sulle quali lavorare, ma dopo qualche giro tutto ritornerà al suo posto. Saremo più esperti col passare delle gare, non ci sono scorciatoie ma ci sono tante cose da fare per prepararsi al meglio e trovare il ritmo migliore sia in qualifica che in gara”.

MCLAREN

Novità anche in casa McLaren, rappresentata dall’arrivo oltre che della Power Unit Mercedes anche di Daniel Ricciardo. L’australiano è sembrato entusiasta di questa nuova avventura: “Sono entusiasta, decisamente. La fiducia non mi è mai mancata. Nel weekend vedremo a che livello sono e siamo. Abbiamo trovato subito ritmo e non vedo l’ora di venire al sodo. Abbiamo un’idea di quali saranno le macchine da inseguire e cosa possiamo fare, ma magari tra qualche mese la situazione sarà diversa. Mi sento in una buona posizione, tra qualche ora ne capiremo di più”.

Dello stesso parere anche il compagno di squadra Lando Norris: “”Abbiamo speranze, non è stato cercato il tempo a fine test. Dobbiamo pensare al nostro lavoro, a noi stessi. Abbiamo un’idea di dove saremo ma non siamo certi della posizione in qualifica. I test sono stati positivi, speriamo possa voler dire qualcosa”.

RED BULL

La conferenza piloti F1 prosegue con la Red Bull, grande favorita per sfidare la Mercedes in questa stagione. Ottimismo che si percepisce dalle parole di Max Verstappen: “Tutto è filato liscio durante i test, siamo molto soddisfatti. E’ difficile dire dove siamo migliorati, ma la cosa più importante è che la macchina è sembrata sempre molto prevedibile nonostante il vento. Sono fiducioso, non penso saremo ultimi.

Entusiasmo condiviso anche da Sergio Perez, al suo esordio con il team austriaco: “Sono molto entusiasta, ho lavorato tanto insieme al team per rimettermi al passo. Cercherò di migliorare gara dopo gara e non vedo l’ora che arrivi domenica. Questa è una delle migliori macchine che ho guidato ed ha un buon potenziale. Vedremo nei prossimi giorni, dobbiamo sfruttare al massimo il potenziale della vettura”. Interpellato su Max Verstappen, Perez ha cosi risposto: “Max è un pilota veloce, conosce bene la macchina ed il team. Sarà un punto di riferimento per me”.

MERCEDES

La conferenza stampa piloti F1 si chiude con la Mercedes. Il sette volte campione del Mondo Lewis Hamilton è parso molto sicuro del lavoro fatto in inverno dalla casa di Stoccarda: “Abbiamo avuto solo tre giorni di test ma credo siamo nella migliore posizione possibile, in fabbrica hanno raccolto tantissimi dati. Dobbiamo sfruttare al meglio quello che abbiamo imparato. Sono ottimista ma quest’anno ci sarà sicuramente una battaglia più serrata rispetto alla passata stagione. Qui tutti hanno lavorato 24 ore su 24 per correggere i problemi che ci sono con la monoposto nuova anche alla luce dei regolamenti. Sarà una fatica portarla al livello che vogliamo”.

Ottimista anche Valtteri Bottas nonostante le difficoltà riscontrate nei test: “Abbiamo sfruttato al meglio i test per cercare di capire la direzione da intraprendere per questo fine settimana. Sarà una stagione lunga e abbiamo lavorato duro. La Red Bull è sembrata forte, ma credo che la battaglia sarà più serrata rispetto agli anni precedenti, ci sono anche altre minacce. Nei test abbiamo faticato un bel po’, ma c’erano condizioni estreme. Vogliamo più prestazione rispetto ad ora sia come telaio che come power unit. Il team ha lavorato al massimo per capire cosa è successo e speriamo di aver già recuperato in questo weekend. So che la squadra ha fatto tutto il possibile, la stagione è lunga e non c’è bisogno di essere preoccupati”.

Restate sintonizzati sulle pagine di LiveGP per tutti gli aggiornamenti sul GP del Bahrain di F1, che ricordiamo scatterà Domenica 28 Marzo alle 17 italiane.

Julian D’Agata

Leggi anche: F1 | GP BAHRAIN: INFO E ORARI DEL WEEKEND

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.