La prima gara della stagione di F1 in Austria, sembra partire con la classica strategia ad una sola sosta per tutti i team. Chi parte con la gomma soft (nove tra i primi dieci) dovrebbe effettuare il pit stop nella finestra dal 24º al 28º per passare alla gomma bianca.

La Pirelli reputa la strategia con la gomma gialla nel secondo stint di gara troppo lenta rispetto all’impiego della gomma bianca nel secondo stint. Visto il gap minimo di prestazione fra le mescole, sarà più indicato per le varie scuderie andare sulla mescola C2 per poter spingere, senza risparmiare troppo le gomme.

VERSTAPPEN UNICO SU GOMMA MEDIA

Unico fra i primi dieci a non partire con la gomma soft è Max Verstappen, che scatterà in seconda fila con il terzo tempo. L’olandese partirà con la gomma media e proverà ad allungare maggiormente il primo stint di gara (sosta prevista dal 27º al 32º passaggio) rispetto alla Mercedes, per cercare di sfruttare due possibili situazioni: se la Mercedes dovesse andare in crisi con la gomma soft, potrebbe perdere del tempo nell’ultima fase dello stint nel confronto con la Red Bull.

Seconda ipotesi, l’ingresso di una VSC o Safety Car nel momento in cui la Mercedes avrà già fatto il pitstop, porterebbe un bel vantaggio in termini di tempo per la Red Bull. Infatti in Austria si ha un pitlane time loss di 25s con bandiera verde, tempo che si riduce a circa 17s in condizioni di gara neutralizzata.

E VETTEL?

La scelta della gomma gialla al via potrebbe essere interessante anche per Sebastian Vettel che parte dal l’undicesima posizione. Non escluderei anche la partenza con gomma bianca per il tedesco, gomma con la quale ha lavorato nel corso della seconda sessione di prove libere e che potrebbe permettere di allungare tantissimo il primo stint, per poi pensare alla gomma soft nel finale di gara. Ma lo sappiamo una mescola troppo dura potrebbe mettere in grossa difficolta il quattro volte campione del mondo al via, vista la differenza di grip rispetto alla gomma C4.

Da escludere con gara normale la seconda sosta, che potrebbe avvenire solo in regime di safety car dal giro 40 in poi, con i top team che potranno sfruttare la gomma media nuova portata in gara.

Leggi anche: F1 | GP AUSTRIA, LA TELEMETRIA: FERRARI LA PIÙ LENTA IN RETTILINEO

Francesco Magaddino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.