Austria Ferrari Leclerc

Al traguardo del Gran Premio d’Austria la Ferrari di Carlos Sainz chiude al quinto posto con Charles Leclerc leggermente più attardato. Dopo la doppia gara si chiude finalmente per la Ferrari la doppia trasferta d’Austria, che non si può proprio dire abbia sorriso alle Rosse. Pista difficile per la SF21, che in due weekend consecutivi non ha brillato sui saliscendi di Spielberg; si esalta invece la McLaren, rivale diretta in classifica costruttori.

Sorpassi e gomitate

Parecchia azione va detto al Gran Premio d’Austria. Pista corta ma spettacolare, con sorpassi e anche tante penalità. Segno che là dietro, alle spalle dei primi, si è sgomitato parecchio. Lo sa per esempio Charles Leclerc, finito nella ghiaia in un duello con Perez, penalizzato poi di 5 secondi per la manovra. Un confronto muscolare tra i due nella seconda parte di gara che è costata al messicano la penalità e al monegasco qualche fatica in più sul finale si gara. Un duello tra i due derubricabile alla categoria ‘contatto di gara’ senza ulteriori sanzioni. Ma l’episodio è stato quasi in fotocopia a quello sanzionato a Norris sempre su Perez a inizio gara, impossibile perciò un finale diverso. Da questo episodio ne esce attardato Leclerc che dovrà poi cedere il passo a Sainz che sul finale di gara aveva un passo migliore.

Come da attese

Si confermano in parte i miglioramenti attesi dopo la qualifica di ieri. La scelta di una gomma media per la prima parte di gara ha in parte pagato e la rimonta domenicale delle Rosse si è concretizzata. Meno veemente della scorsa settimana in cui Lelcerc recuperò dal fondo per colpa sua, ma ugualmente solida. E’ Carlo Sainz l’uomo più in forma nel finale, Leclerc gli cede il passo e lui va a prendersi prima con gran classe la posizione su Ricciardo, poi rosicchia decimi preziosi a Perez che penalizzato, gli cederà il posto in classifica.

Leggi anche: GT WORLD CHALLENGE | MISANO RACE-2: VANTHOOR/WEERTS SENZA RIVALI, CHE FINALE IN PRO-AM!

E da qui ripartire

Sainz chiude dunque quinto comunque a un minuto da Verstappen. Leclerc è settimo ancora più indietro. Un risultato tutto sommato positivo per le premesse del sabato e le difficoltà di questa pista. A preoccupare è più che altro il salto in avanti della McLaren, ormai velocissima sul dritto col motore Honda. Il team inglese guadagna qualcosa in classifica costruttori sulla Rossa grazie alla straordinaria prova di Lando Norris e non certo grazie a Daniel Ricciardo, ancora in difficoltà. 19 punti è ora il vantaggio del team inglese sulla Ferrari, che guarda con apprensione anche alla prossima gara di Silverstone per poi affrontare più serenità, sempre sulla carta, l’appuntamento di Budapest. In Gran Bretagna ci sarà l’esordio della sprint race, motivo in più di attenzione per il prossimo appuntamento.

L’obiettivo di essere terza forza resta prioritario per la Ferrari dunque, che non può certo più accontentarsi di fare meglio dello scorso anno. Nelle parole di Mattia Binotto la consapevolezza di punti deboli e punti di forza. Ma c’è una lotta là davanti bellissima e i tifosi hanno voglia di risposte.

Stefano De Nicolo’

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.