Dopo le prime due sessioni di prove libere del GP d’Austria andiamo ad analizzare il passo gara dei vari team, provato sul finire della seconda sessione di ieri pomeriggio.

MERCEDES AL COMANDO

La Mercedes, anche nella simulazione di passo gara fatta nella al pomeriggio, ha dimostrato di essere la squadra da battere in questo fine settimana. Infatti, le frecce d’argento (ora nere) sono state le uniche in grado di sostenere un ritmo medio sotto il muro del 1:09.0. Bottas più in palla di Hamilton nel primo run, con il finlandese che sembra gestire in maniera migliore la gomma rossa rispetto al suo team mate. Il secondo stint della scuderia campione del mondo in carica è stato effettuato con la gomma medium. Se Hamilton ha ottenuto un ritmo mostruoso, con degli otto bassi che fanno sembrare di un altro pianeta il team di Brackley, Bottas ha invece ottenuto un ritmo paragonabile a quello dello stint precedente, perché quasi sicuramente il finlandese ha simulato anche nel secondo stint la prima parte di gara, per cercare di raccogliere dei feedback importanti sulla gomma con la quale effettuare il Q2 in qualifica. Il risultato dice che Mercedes potrebbe puntare sulla gomma gialla nel primo stint di gara domenica, vista la differenza minima di prestazione fra le due mescole.

RACING POINT LA PRIMA INSEGUITRICE

La Mercedes rosa, così soprannominata da gran parte del paddock, ha delle prestazioni da Mercedes sia sul giro secco che sul passo gara. Perez ha fatto un giro d’attacco mostruoso nel primo stint, per poi mantenere un passo un po’ più alto di Mercedes di un paio di decimi, come a voler dimostrare che forse alla “freccia rosa” manca solamente un po’ la gestione della mescola più morbida. Nel secondo stint simulato con gomma medium, ha un po’ deluso nel confronto con la Mercedes di Hamilton, anche se c’è da sottolineare che il messicano ha realizzato uno stint più lungo rispetto all’anglo-caraibico.

FERRARI E RED BULL RIMANDATE

Le squadre che hanno deluso fra le big sono sicuramente la rossa di Maranello ed il team di Milton Keynes. Se la Red Bull con Max Verstappen fa segnare dei buoni tempi sul passo gara, con un ritmo simile a Force India, sia nel primo che nel secondo stint, la Ferrari ha di che riflettere. Il duo rosso ha provato gomme soft e hard, intrecciando i dati fra i due compagni di squadra. Vettel ha iniziato la simulazione con la gomma hard, Leclerc con la rossa, e da qui nascono i primi grossi grattacapi. Come potete notare in grafica, Seb con una gomma di due mescole più dura ha avuto un passo leggermente migliore di Charles, che ha solo gestito bene la gomma rossa, senza mai pensare di poter avvicinarsi alle prestazioni della Mercedes. Nei pochi giri fatti nel secondo stint è stato più competitivo il numero 5 con la gomma rossa, tenendo un ritmo che la Mercedes ha avuto nel primo stint di gara. Insomma una Ferrari che ad oggi esce come terza/quarta forza in pista, e che dovrà cercare di trovare una qualifica ottima se non vuole rischiare di finire dietro a tre team domenica in gara.

Leggi anche: F1 | GP AUSTRIA, LIBERE DEL VENERDÌ: RACING POINT L’UNICA NOVITÀ

Francesco Magaddino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.