Ferrari
Credit: sito ufficiale F1

Secondo appuntamento della stagione 2022, con la Ferrari che si conferma un valido contendete al titolo, mettendo entrambi i piloti sul podio. Leclerc ha concluso in seconda posizione, dopo un duello avvincente con Verstappen, mentre Sainz ha difeso la terza posizione dagli attacchi di Perez.

LA GARA DI LECLERC

Alla partenza Leclerc riesce a mantenere la sua seconda posizione e si mette all’inseguimento di Perez. L’alfiere della Ferrari insegue il pilota messicano che nella prima parte di gara prende un bel vantaggio. Il momento decisivo per Leclerc arriva durante la SC chiamata per togliere dalla pista la macchina incidentata di Lafiti. Leclerc rientra ai box e monta le dura saltando di nuovo in pista in prima posizione, difendendosi dagli attacchi di Verstappen alla ripartenza.

L’alfiere della Ferrari riesce a mantenere la posizione fino al 47° giro, quando Verstappen riesce a superarlo, andando a vincere la gara. Il monegasco riesce ad ottenere un punto in più grazie al giro veloce e si conferma in testa al campionato piloti. Charles ha dichiarato: “Strategia sul DRS? Si è stata furba, ma non è bastato in gara, ma mi sono divertito. Alla fine sono battaglie combattute fino alla fine e dovrebbero essere tutte così le gare.”.

Il francese parla poi della monoposto e di come si è comportata: “Avrei voluto vincere, ma sentivo che ci mancava qualcosa. Avevamo due configurazioni diverse tra me e Max. Noi siamo veloci in curva, ma lenti in rettilineo per via del carico aerodinamico. E’ stata difficile per me tenere dietro Max su i rettilinei.”

Leclerc conclude parlando del rapporto con Verstappen: “Max ha fatto un grande lavoro e alla fine ha vinto. Abbiamo entrambi un profondo rispetto reciproco, soprattutto dopo gare come questa. Abbiamo spinto fino al limite e prendendo dei rischi ad ogni curva. Lo rispetto, ma sono deluso dal risultato finale.”

LA GARA DI SAINZ

Alla partenza Sainz perde la posizione su Verstappen, scivolando in quarta posizione. Dopo l’ingresso della Safety Car, Sainz guadagna la terza posizione su Perez, poiché era in vantaggio in uscita dai box. Nel resto della gara lo spagnolo della Ferrari difende la sua posizione su Sergio Perez fino al termine della gara.

Sainz ha commentato così il suo duello: “Una dura battaglia con Perez all’uscita dei box. Perez ha visto la sua gara rovinata dalla Safety Car, ma queste sono le le regole e quella posizione era mia. Una volta ottenuta la terza posizione, ho cercato di tenerla nonostante la pressione della Red Bull”.

Lo spagnolo conclude parlando della sua crescente affinità con la monoposto: “Questa gara è un passo avanti rispetto alla prima gara. Ho trovato il ritmo giusto con la monoposto, ma c’è ancora tanto lavoro da fare.”

Chiara Zaffarano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.