E’ Max Verstappen a realizzare il miglior tempo al termine della prima sessione di prove libere del GP Abu Dhabi, prova conclusiva del Mondiale di Formula 1 2020. L’olandese della Red Bull con gomma Soft ha preceduto per soli 34 millesimi la Mercedes di Bottas, mentre Lewis Hamilton (al rientro dopo la positività al Covid-19) ha ottenuto il quinto tempo. Novità al fondo e diffusore per la Ferrari, mentre da segnalare l’esordio in una sessione ufficiale per Mick Schumacher, in pista per la prima volta al volante della Haas.

VERSTAPPEN E BOTTAS SUGLI SCUDI

Il caldo sole dell’isola di Yas ha nuovamente abbracciato i protagonisti del Circus, seppur in un week-end caratterizzato da un’atmosfera ben lontana dai fasti delle precedenti stagioni. A svettare nelle FP1 di Abu Dhabi ci ha pensato Max Verstappen, autore del miglior crono in 1:37.378. L’olandese della Red Bull ha preceduto per un soffio la Mercedes di Valtteri Bottas, con entrambi i piloti che hanno ottenuto la migliore prestazione con il compound Soft. Verstappen ha anche messo in mostra un passo gara notevole ad Abu Dhabi, nel momento in cui tutti i piloti hanno iniziato la simulazione con molto carico di benzina nella seconda parte della sessione.

QUALCHE DIFFICOLTA’ PER HAMILTON

Decisamente lontano dal duo di testa il gruppo degli inseguitori. Esteban Ocon ha chiuso con una sorprendente terza piazza a 1″137 dalla vetta, subito davanti alla seconda Red Bull di Alex Albon, tra gli osservati speciali in questo week-end di Abu Dhabi. Il rientrante Lewis Hamilton non è invece andato oltre la quinta piazza: il britannico ha patito qualche difficoltà nelle fasi iniziali all’impianto frenante, riuscendo poi a completare un totale di 24 tornate.

A completare la top ten le due Racing Point di Stroll e Perez, con il messicano che (al pari di Magnussen) scatterà domenica dal fondo della griglia. Sulla vettura del vincitore di Sakhir è stata infatti montato un nuovo motore endotermico, un nuovo turbo e una nuova MGU-H, mentre il danese disporrà della terza energy store e di un nuovo sistema di controlli elettronici. Per entrambi, dunque, la gara di Yas Marina si preannuncia in rimonta.

NOVITA’ IN CASA FERRARI

Scorrendo la classifica, buona la prestazione delle due Alpha Tauri di Kvyat e Gasly, entrambe davanti a Kimi Raikkonen che ha chiuso 10°. Le Ferrari hanno invece concluso la sessione rispettivamente in 12° e 14° posizione con Leclerc e Vettel, in una mattinata che ha visto la SF1000 dotata di vistosi rastrelli nella fase iniziale e di novità aerodinamiche a fondo e diffusore. Novità che saranno sicuramente riprese nel corso dei test post-gara, in programma la prossima settimana con Fuoco e Shwartzman.

IL DEBUTTO DI SCHUMI JR.

Da segnalare, oltre alla presenza di Robert Kubica sull’Alfa Romeo di Giovinazzi e il ritorno di Russell in Williams, anche l’esordio in una sessione ufficiale di Mick Schumacher. Il neo-campione di F2 ha completato 23 passaggi al volante della Haas, chiudendo in 18° posizione davanti all’attardato Fittipaldi. A chiudere il gruppo, invece, la Renault di Ricciardo, il quale non ha potuto realizzare nemmeno un crono dopo un problema di pressione alla pompa benzina.

Alle 14 il via alla seconda sessione di libere, con una temperatura sicuramente meno elevata (visto che si correrà all’ora del tramonto) e condizioni di grip che dovrebbero risultare più favorevoli, grazie ad una pista maggiormente gommata rispetto alle FP1.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.