Verstappen, Hamilton e il trofeo in press conference. Credits: F1 twitter account
Verstappen, Hamilton e il trofeo in press conference. Credits: F1 twitter account

La tensione è palpabile nel fine settimana della resa dei conti tra Max Verstappen e Lewis Hamilton ad Abu Dhabi. I due contendenti al titolo hanno affrontato i media simultaneamente durante la consueta conferenza stampa del giovedì, in cui si è parlato di incidenti e delle direttive di Michael Masi, che esige massima correttezza.

Da un lato Lewis, dall’altro Max. Il trofeo in mezzo. Entrambi non menzionano l’avversario, i media incalzano, ma la concentrazione è massima e l’obiettivo uno solo: vincere.

VERSTAPPEN: “COME PILOTA NON PENSI AGLI INCIDENTI”

“Dopo lo scorso anno, non avevo tante speranze di lottare per il titolo. E’ stato davvero piacevole. Siamo stati competitivi fin dall’inizio, abbiamo ottenuto grandi risultati. C’è stata anche un po’ di sfortuna, ma sono grato di essere qui e vivere tutto questo. Mi sono goduto questi ultimi giorni, sono stato a Dubai con famiglia e amici” ha dichiarato l’olandese.

“Come pilota non pensi agli incidenti, cerchi di concentrarti per affrontare al meglio il weekend. Cercherò di vincere la gara. Sono i media a parlare di queste cose. Sono arrivato qui cercando di prepararmi al meglio alla vittoria”.

HAMILTON: “MI SEMBRA UN CAMPIONATO COME UN ALTRO”

“Non posso prevedere quello che succede accanto a me o attorno a me. Io posso solo lavorare e dare il meglio. Abbiamo fatto una rimonta incredibile e nelle ultime gare ci siamo trovati in una situazione incredibile. Ma, ripeto, non possiamo prevedere le cose che non sono sotto il nostro controllo” ha commentato Hamilton.

“Al momento mi sembra un campionato come un altro e non come un titolo che si somma agli altri. Non mi presento mai col numero 1 in macchina, corro con il 44 e non mi considero mai il campione a inizio anno, ma come uno che lotta per vincere”.

GLI AVVERTIMENTI DI MASI: LA REAZIONE DEI PILOTI

Alla vigilia dell’ultimo appuntamento stagionale e alla luce di quanto accaduto a Jeddah, Michael Masi ha incluso alcuni articoli del Codice Sportivo Internazionale nelle note pre-evento, facendo riferimento al potenziale ritiro dei punti in caso di scorrettezze. Si tratta di un contenuto inusuale all’interno degli appunti pre-Gran Premio, ma l’intenzione del direttore di gara è chiara.

Naturalmente l’argomento è stato affrontato anche in conferenza stampa. Hamilton ha reagito con un sonoro “Speriamo non sia necessario intervenire, sicuramente non ho voglia di vedere gli Stewards”. Verstappen minimizza invece il clamore attorno al monito di Masi dicendo: “Credo sia una cosa che vale per tutte le gare, non penso ci sia nulla di nuovo”.

Beatrice Zamuner

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.