Hadrien David in pista a Imola
Hadrien David in pista a Imola

Parlano francese i test collettivi di F. Regional by Alpine appena terminati ad Imola! Sì, perchè a terminare in vetta alla fine delle due giornate di test è stato il transalpino Hadrien David con R-ace GP.

Una partenza, per il nuovo campionato, con il botto; ben 32 vetture e 12 team presenti in pista, pronti a scatenarsi sul tracciato del Santerno e a darsi battaglia fin da subito.

Ben nutrita anche la pattuglia italiana presente in pista, con Gabriele Minì, Francesco Pizzi, Pietro Delli Guanti e Andrea Rosso che si sono dimostrati subito veloci e capaci di adattarsi alla nuova auto molto in fretta.

Presente in pista anche Lena Buhler, unica quota rosa della serie, che si è calata nell’abitacolo del team R-ace GP. Andiamo a vedere nel dettaglio turno per turno.

PRIMO TURNO

Il protagonista indiscusso del primissimo turno è Hadrien David, il quale è stato l’unico ad abbattere il muro dell’ 1:39, stampando il tempo di 1:38.711 a fine sessione. A seguire il pilota del team R-ace GP,  il compagno di scuderia Zane Maloney (1:39.183), rookie dopo un 2020 in EF Open.

Terzo posto per l’esperto estone Paul Aron, che ferma il cronometro sull’1:39.212 ed effettua 38 giri. Segue lo svizzero Gregoire Saucy (ART GP), quindi l’argentino Franco Colapinto e due nostri portacolori ovvero Minì e Rosso, che assieme ad Alexandre Bardinon ottengono più giri di tutti: ben 44 tornate!

Kas Haverkoort si ferma all’ottava posizione, quindi Pietro Delli Guanti (Monolite) e William Alatalo a chiudere la Top 10. Da segnalare l’interruzione della sessione a causa delle uscite di Patrik Pasma e Lena Buhler: quest’ultima ha accusato dolore al polso, ma per fortuna non ha riportato fratture.

Ha chiuso invece sedicesimo il vice-campione di F4 2020, Francesco Pizzi, che ha accusato un problema al sedile, per cui in serata gli è stato rifatto siccome non si sentiva a proprio agio.

Bisogna poi scorrere fino alla 24° piazza per trovare un altro dei nostri portacolori, ossia Nicola Marinangeli (Arden), che ha preceduto Emidio Pesce. Poi Dudu Barrichello, figlio di Rubens debuttante nella serie in seno al team JD Motorsport.

SECONDO TURNO

Anche nel secondo turno è David ad avere la meglio sugli avversari e su Gregoire Saucy per un soffio: i due sono separati infatti da soli 3 millesimi. 1:38.523 per il driver R-ace GP contro 1:38.526 dello svizzero.

Rimane nelle posizioni che contano anche Zane Maloney, terzo con 37 giri. Stesso numero di tornate anche per Isack Hadjar, quindi Alatalo, Alex Quinn (Arden), Patrik Pasma (KIC Motorsport), Pizzi, Delli Guanti e Haverkoort decimo.

Minì chiude dodicesimo, con alcuni problemi al set-up, 17° invece Rosso, concentratosi sul passo gara come Marinangeli e Pesce, ventunesimo e venticinquesimo alla bandiera a scacchi. Stacanovista di giornata Axel Gnos con 48 tornate. Non ha invece girato la Buhler a causa del dolore al polso.

TERZO TURNO

Miglior tempo questa volta per Gabriele Minì, che con 53 tornate e un 1:37.996 sale al comando della prima sessione dell’ultima giornata. A seguire il finlandese di Prema Dino Beganovich e Hadjar. Quarto David, che precede Saucy poi Rosso e Colapinto.

Molto bene i nostri portacolori che si confermano in gran spolvero con Delli Guanti ottavo e Pizzi a chiudere la Top10. Pesce 25° e Marinangeli 29°. Resta a riposo la Buhler, ancora dolorante.

QUARTO TURNO

Il quarto ed ultimo turno della due gioni di test ad Imola non poteva che concludersi nel segno di David, che a questo punto domina 3 quarti dei turni. Con una zampata di 1:37.954 resta saldo al comando precedendo Hadjar e Minì.

Bene anche Pizzi, che termina sesto, poi Delli Guanti decimo. Rosso chiude ventiduesimo, infine Pesce e Marinangeli venticinquesimo e ventiseiesimo.

NUOVI INGAGGI

Tra le ultime novità di mercato troviamo Mari Boya, pilota spagnolo proveniente dalla F4 del proprio paese, che debutta con FA Racing quest’anno in F. Regional. Al fianco del 16enne iberico nel team capitanato da Alonso, il francese Alexandre Bardinon (che arriva dall’EF Open) e Andrea Rosso che invece ha corso il suo 2020 in F4 italia.

Mentre Arden punta su Alex Quinn, William Alatalo e Nicola Marinangeli, Gabriele Minì debutta nella serie con ART GP e Van Amersfoort ha scelto ancora una volta Francesco Pizzi, affiancandolo allo spagnolo Lorenzo Fluxa.

Pietro Delli Guanti, un altro deb, ha esordito con Monolite, che scenderà in pista con lo svizzero Jasin Ferati. G4 Racing avrà fra le proprie fila Axel Gnos, mentre Elias Seppanen sarà con KIC Motorsport, team che rinnova l’ingaggio a Pasma.

Leggi anche: Formula Regional | Dodici team al via della stagione 2021

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.