Un nuovo appuntamento con il DTM si è aperto sul circuito di Assen, con l’Audi che ha monopolizzato di nuovo la top 5 come già accaduto nella gara-1 a Spa. Robert Frijns si è infatti imposto in gara-1 ottenendo la prima vittoria stagionale, mentre a completare il podio si sono piazzati Duval e Muller.

Frijns ha festeggiato la vittoria davanti al suo pubblico, poiché per questa gara è stato permesso l’accesso a un numero limitato di tifosi. L’Audi si è confermata regina anche nelle qualifiche, mettendo tre piloti nelle prime tre posizioni, con Duval a precedere Rast e Muller.

LA GARA

L’Audi di Jamie Green non riesce a partire e costringe i piloti ad un altro giro di formazione. Questo fa diminuire i i minuti di gara: da 55′ più un giro a 52 minuti più un giro.

Alla partenza Duval riesce a mantenere la prima posizione, seguito subito da Habsburg scattato dalla quarta posizione. In pochi giri, Habsburg è sorpassato da Frijins che si porta in seconda posizione, imitato da Rast e Muller.

Nel corso del sedicesimo giro, Duval si ferma per il pit-stop e viene subito imitato da Rast e Muller nel giro seguente. Rast ha perso tre secondi al pit-stop a causa di problemi legati alla gomma frontale destra, perdendo una posizione.

Conclusi i pit-stop, Frijns ha ridotto il suo gap da Duval. Il francese ha aumentato il proprio vantaggio sugli inseguitori, per poi perderlo nuovamente durante il 29° giro per un errore.

Frijins ne ha subito approfittato nella curva 5, quando ha sorpassato Duval ed è andato a vincere la gara. Dietro a Frijins hanno terminato altre quattro Audi: Duval, Muller, Rast e Rockenfeller.

La prima BMW è quella di Aberdein, con un distacco dal vincitore della gara di oltre 25 secondi. Robert Kubica termina la gara la gara in decima posizione e ottiene il primo punto nel DTM.

Chiara Zaffarano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.