fonte: Kevin Benavides Twitter

La quinta tappa della Dakar 2021 consegna a Kevin Benavides la prima posizione nella classifica generale. L’argentino di casa Honda è transitato per primo all’ultimo riferimento cronometrico, nonostante un infortunio causato da una caduta al km 330

Lo Stage 5 si è svolto lungo un percorso contraddistinto da 205 km di trasferimento e 456 km di prova speciale. Il tragitto ha portato gli eroi del Rally Raid più famoso al mondo da Riyadh a Al Qaisumah, per un totale di 661 km di difficile gestione.

STAGE 5: BENAVIDES VINCE, DE SOULTRAIT IN DIFFICOLTÀ

Al termine del percorso Kevin Benavides ha colto un’importante vittoria di tappa che, unita alla prestazione sottotono di Xavier De Soultrait, consegna all’argentino il primato nella classifica generale. Benavides ha ottenuto il comando della tappa dopo circa 90′ dall’inizio della prova speciale, sorpassando il compagno di squadra Jose Ignacio Cornejo alle ore 08:23 saudite. Nello stesso momento il distacco tra Benavides e De Soultrait, ex leader della generale, si è attestato sul minuto per poi aumentare costantemente waypoint dopo waypoint.

La tappa ha offerto un lungo duello tra Kevin Benavides e Jose Ignacio Cornejo. Quest’ultimo è tornato davanti a tutti al km 72 comandando la speciale sino al km 292, punto in cui Benavides ha ripreso le redini della corsa, mai più abbandonate fino alla conclusione della prova.

DE SOULTRAIT E BARREDA IN AFFANNO

Giornata da dimenticare per Xavier De Soultrait, partito con 3′ e 24″ di vantaggio su Benavides. Il distacco è stato annullato dall’argentino in breve tempo e, dopo circa metà stage, il francese di Honda HRC ha sofferto un distacco superiore ai 5′. Le difficoltà hanno relegato De Soultrait in sesta posizione a 7′ e 55″ dal vincitore di tappa, gap che comporta un radicale cambiamento nella classifica generale.

Disastrosa la gara di Joan Barreda Bort, terzo fino al primo waypoint. Lo spagnolo è partito per primo in virtù del successo nello Stage 4, ciò significa che ha fatto da battistrada a tutti gli avversari. Un ruolo di difficile gestione che, infatti, ha comportato un errore nel seguire la strada corretta e la conseguente perdita di oltre 17″ al km 74. Barreda non ha potuto far altro che concludere la speciale in diciassettesima posizione.

LA CLASSIFICA DEI PRIMI DIECI

Alle spalle di Kevin Benavides e Jose Ignacio Cornejo (separati da 1′) troviamo la KTM 450 Factory di Toby Price, vincitore degli Stage 1 e 3 ma pesantemente penalizzato da due cruciali errori di navigazione. Quarta piazza per lo spagnolo Lorenzo Santolino, portacolori Sherco, seguito da “Super” Sam Sunderland su KTM.

Dietro il già citato De Soultrait, sesto, hanno chiuso Skyler Howes, Matthias Walkner, Ross Branch e Pablo Quintanilla. Fuori dalla Top 10 la Honda #1 del campione 2020 Ricky Brabec, solo dodicesimo al traguardo. Continuano le difficoltà di Yamaha, nei primi dieci con il solo Branch: Franco Caimi non è andato oltre il diciottesimo posto mentre Van Beveren ha chiuso la speciale al di fuori dei primi venti.

CLASSIFICA STAGE 5 | RIYADH – AL QAISUMAH

 CLASSIFICA GENERALE DAKAR 2021 | MOTO

STAGE 6 | AL QAISUMAH – HA’IL: ULTIMA PROVA PRIMA DELLA PAUSA

La Stage 6 costituirà l’ultima prova speciale prima di godersi il meritato riposo ad Ha’Il, previsto per sabato 9 gennaio. I piloti dovranno affrontare 170 km di trasferimento per partire da Al Qaisumah, località da cui inizierà un estenuante viaggio di 448 km su una superficie liscia e sabbiosa.

Matteo Pittaccio

Leggi anche: DAKAR 2021 | MOTO, STAGE 4: VINCE BARREDA, DE SOULTRAIT NUOVO LEADER

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.