Cinema da corsa coronavirus

La diffusione del coronavirus ha causato un notevole impatto sulle nostre attività quotidiane e una massiccia ridefinizione dei calendari delle attività in pista a livello globale: il cinema da corsa, in questo caso, ci potrebbe aiutare. TV, Internet, DVD e anche vecchi VHS possono venire in aiuto degli appassionati in questi giorni di isolamento forzato, con l’attività in pista doverosamente ferma, dove le parole d’ordine sono riassunte nel nostro hashtag: #restiamoacasa.




Film

Come sappiamo, la cinepresa si è spesso “sposata” con il mondo dei motori, anche quando il tema della pellicola era totalmente slegato dalle quattro o due ruote. Basta pensare a Steve McQueen e facilmente abbiamo prova di quanto appena riportato: come dimenticare la sequenza dell’inseguimento a bordo di una Mustang in “Bullitt” o il tentativo di fuga a bordo di una Triumph TR6 Trophy ne “La grande fuga”?

Fortunatamente per gli appassionati, la produzione cinematografica ha raccontato diverse storie legate al mondo dei motori.

Il ventaglio dei titoli (tenendoci apposta lontani da titoli esagerati che non rendono il giusto merito come la saga di “Fast & Furious” o il corrispettivo motociclistico di “Biker Boyz”) è piuttosto ampio e variegato: per esempio, a fianco di un “Giorni di tuono”, con Tom Cruise e Nicole Kidman, esiste un equivalente demenziale, sempre ambientato nel mondo delle stock car, come “Ricky Bobby – La storia di un uomo che sapeva contare fino a uno”.

Per muoversi agilmente in questo mondo vi consigliamo di seguire gli articoli della nostra rubrica “Cinema da corsa” e di iniziare da due titoli che sicuramente non deluderanno: “Indian – La grande sfida”, con Anthony Hopkins, e “Veloce come il vento”, una produzione italiana davvero notevole.

Documentari

Un capitolo a parte è dedicato al genere del documentario, un “animale” completamente differente rispetto ai film, pur mantenendo in fisso il mezzo di comunicazione.

In questa lista trova spazio una vasta gamma di titoli, a cominciare da un VHS propedeutico alla F1 (girato quando Niki Lauda era uomo della McLaren) che chi scrive ha impilato in un armadietto, fino alle produzioni relative alla sfida Ford – Ferrari a Le Mans negli Anni Sessanta.

Anche qui proponiamo due titoli, che si inseriscono nella nicchia dei docu-film: uno è “Ayrton Senna: beyond the Speed of sound”, l’altro è “TT: closer to the Edge”.

L’universo dei documentari è praticamente infinito e Internet è una vera e propria videoteca, dove si nascondono chicche eccezionali relative ad epoche passate.

Serie

Il capitolo dedicato alle serie fondamentalmente sarebbe limitato a prodotti come “Drive to survive”, “Top Gear” o “The Grand Tour”.

Se però allarghiamo il concetto possiamo prendere in considerazione i “best of” delle varie annate di campionato o i prodotti di alcuni Youtuber: in mezzo all’estetica un po’ kitsch dei vari creator, ci sono alcuni episodi del vlog di Nico Rosberg molto interessanti.

Se poi siete particolarmente bravi con la ricerca e particolarmente fan della F1, potreste trovare le puntate di “The team: a season with McLaren”. Non ve ne pentirete.

Nota a margine

Come è facile da immaginare, chi scrive questo articolo è più affine al mondo delle quattro ruote. Per quanto riguarda il mondo delle moto, ringraziamo la preziosa consulenza di Alex Dibisceglia nello scovare alcuni titoli degni di nota.

Speriamo che il cinema da corsa (e non solo) ci possa tenere compagnia in questo periodo difficile a causa del coronavirus.

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.