ADAC GT Masters
Foto. ADAC GT Masters twitter

La Germania e l’ADAC GT Masters tornano in primo piano per la 28ma puntata di ‘A Ruota Libera’, il consueto appuntamento dedicato al mondo delle ruote coperte. Il Nuerburgring è stato il teatro perfetto per un nuovo fine settimana della categoria teutonica, in scena nuovamente con il supporto della Porsche Carrera Cup Deutschland. 

L’IMSA Michelin Pilot Challenge e la Porsche Carrera Cup North America sono altre realtà che hanno regalato emozioni dagli USA insieme alla NASCAR Xfinity Series, rispettivamente in scena tra Road America e Michigan. Non dimentichiamoci anche del SuperGT e del Fanatec GT World Challenge Australia Powered by AWS, categorie che torneranno dopo una lunghissima pausa dal Fuji e dal Queensland Raceway.

ADAC GT Masters, Nuerburgring: Mercedes monopolizza la scena

Mercedes ha monopolizzato la scena al Nuerburgring, nuovo appuntamento valido per l’ADAC GT Masters.  Raffaele Marciello/Maro Engel (Mann-Filter Team Landgraf #48) e Fabian Schiller/Jules Gounon (Drago Racing Team ZVO #4) si sono divisi il bottino sotto il sole della mitica pista tedesca.

ADAC GT Masters, race-1: ‘Lello’ brilla in Germania

Raffaele Marciello brilla sotto il sole della Germania a solo una settimana dalla bellissima affermazione alla 24h di Spa-Francorchamps. Prima gioia dell’anno per l’elvetico di Mann-Filter Team Landgraf #48, fedelmente supportato per l’occasione dal tedesco Maro Engel.

L’alfiere di Akkodis ASP per il GTWC Europe ha allungato sin da subito e non è più stato ripreso dai rivali che si sono dovuti accontentare della lotta per i restanti gradini del podio. Secondo posto per Joel Sturm /Sven Müller (Allied-Racing #22/Porsche), terzo per Fabian Schiller/Jules Gounon (Drago Racing Team ZVO #4/Mercedes).

ADAC GT Masters, race-2: Marciello ‘rallenta’, Gounon/Schiller vincono

Jules Gounon e Maro Engel sono stati i protagonisti del primo stint della race-2. Il francese ha tentato di superare il tedesco che ha mantenuto la prima posizione fino al cambio pilota di metà gara con Raffaele Marciello.

Il #48 dell’ADAC GT Masters perderà successivamente il primato in seguito ad una sanzione ricevuta dopo la sosta obbligatoria. Il fresco vincitore della 24h di Spa è stato infatti penalizzato per aver ostacolato Fabian Schiller, vincitore per la seconda volta in questo 2022 con margine sullo svizzero. Terza piazza, di nuovo, per la Porsche #22 di Allied-Racing, auto molto competitiva per tutto il fine settimana che ha tentato in modo fallimentare di superare i rivali.

Prossima tappa dell’ADAC GT Masters 2022 a metà agosto al Lausitzring.

IMSA Michelin Pilot Challenge, Road America: Murillo Racing svetta nel finale, Alfa Romeo regala emozioni in TCR

Kenton Koch / Eric Foss (Murillo Racing) hanno vinto la tappa di Road America dell’IMSA Michelin Pilot Challenge, la seconda sulla lunga distanza delle 4h. Sean Quinlan/Gregory Liefooghe (Stephen Cameron Racing #43/BMW) e David Brule / Alec Udell (Kelly Moss #66/Porsche) hanno concluso alle spalle della Mercedes #56, mentre Roy Block / Tim Lewis (KMW Motorsports with TMR Engineering #5/Alfa Romeo) regalano spettacolo in TCR ribaltando la scena negli ultimi 5 giri.

GS, Murillo Racing a segno, Volt Racing #7 allunga in classifica

Murillo Racing ha vinto con Mercedes nello Stato del Wisconsin al termine di una corsa ricca d’emozioni che premia ancora anche una volta l’Aston Martin #7 del Volt Racing affidata a Alan Brynjolfsson/Trent Hindman. Top10 per i padroni della serie, abili a recuperare dopo una sanzione rimediata per un contatto in curva 1 con la Mustang #788 del JG Wentworth Racing by PF Racing.

Murillo Racing ha preso la vetta nel finale respingendo ogni ipotetico assalto dei rivali. Sean Quinlan/Gregory Liefooghe (Stephen Cameron Racing #43/BMW) e David Brule / Alec Udell (Kelly Moss #66/Porsche) si sono dovuti accontentare delle restanti posizioni del podio al termine di una corsa che ha cambiato più volte il proprio padrone.

TCR: Alfa Romeo mette tutti in riga

Tim Lewis (KMW Motorsports with TMR Engineering #5/Alfa Romeo) è stato autore di un finale perfetto con la propria Giulietta. La strategia perfetta ha sicuramente aiutato quest’ultimo che nei 10 minuti conclusivi ha superato i rivali che hanno tentato in qualche modo di tenere il primato.

Michael Johnson / Stephen Simpson (Bryan Herta Autosport w/ Curb Agajanian #54/Hyundai) e  Taylor Hagler / Michael Lewi (Bryan Herta Autosport w/ Curb Agajanian #1/Hyundai) si sono dovuti arrendere, rispettivamente in seconda e terza piazza all’arrivo.

Prossima tappa al VIR a fine agosto.

Porsche Carrera Cup Deutschland, Nuerburgring: Pereira e ten Voorde a segno

Dylan Pereira e Larry ten Voorde hanno primeggiato al Nuerburgring nelle due competizioni riservate alla Porsche Carrera Cup Deutschland. Nulla da farte per Laurin Heinrich, alfiere di SSR che sembrava poter primeggiare nella gara del sabato.

Race-1: ten Voorde torna a vincere, errore per Heinrich

Larry Ten Voorde (GP Elite) ha vinto la race-1 della Porsche Carrera Cup Deutschland al Nuerburgring. Il campione in carica ha avuto la meglio su Bastien Buus (Allied-Racing), perfetto nel finale ad avere la meglio su Dylan Pereira (IronForce Racing by Phoenix Racing).

Quest’ultimo, autore della pole-position, non è riuscito a restare in cima al gruppo nel primo passaggio dopo il perfetto start da parte di Laurin Heinrich (SSR Huber Racing). Il giovane alfiere di Porsche ha dovuto presto inchinarsi a ten Voorde, perfetto all’uscita della Mercedes Arena a superare i rivali in un colpo solo.

Dopo una breve SC è arrivato un brutto errore da parte di Heinrich che ha tentato di beffare Pereira al primo hairpin. Il sorpasso non è riuscito per il #3 della Carrera Cup tedesca, costretto a risalire da metà gruppo dopo un testacoda. Pereira si è riportato successivamente sul campione in carica della Porsche Supercup di GP Elite, abile a tenere la testa fino alla bandiera a scacchi ed a tornare al successo.

Race-2: Pereira su tutti in scioltezza

Molto più tranquilla la race-2 con Pereira che ha fatto la differenza sin dallo spegnimento dei semafori. Il pilota dell’IronForce Racing by Phoenix Racing ha respinto ten Voorde, pilota che successivamente precipiterà in classifica.

Il campione in carica lascerà infatti spazio a Laurin Heinrich ed anche a Loek Hartog (Black Falcon), abile ad approfittare insieme a  Morris Schuring (Huber Racing) di una lotta serrata tra Bastian Buus ed il già citato ten Voorde.

Prossima competizione a metà agosto dal Lausitzring.

SuperGT, Fuji: la prima volta non si scorda mai

Prima affermazione dopo svariati tentativi nel SuperGT per Sacha Fenestraz/Ritomo Miyata (KeePer TOM’S #37/Supra). Toyota torna a primeggiare nella famosa serie giapponese riservata alle ruote coperte che dopo una lunga pausa è tornata in scena al Fuji.

GT500, Sacha Fenestraz/Ritomo Miyata in vetta con Keeper TOM’S

Priama affermazione nel Sacha Fenestraz/Ritomo Miyata (KeePer TOM’S #37/Supra) al Fuji con margine davanti a Kazuki Hiramine/Bertrand Baguette (CALSONIC IMPUL #12/Nissan) e Daiki Sasaki/Kohei Hirate (Realize corporation ADVAN #24/Nissan).

La strategia ha premiato la Supra #37, la mancanza di interruzioni ha permesso a Miyata di gestire il vantaggio fino alla bandiera a scacchi. Delusione, invece, per Ronnie Quintarelli (Nissan #23), rallentato da un problema durante la corsa.

GT300: Subaru abbatte Nissan 

Takuto Iguchi/Hideki Yamauchi  hanno firmato con forza, invece, la seconda prova del Fuji in GT300, categoria riservata alle GT3. Hironobu Yasuda/Keishi Ishikawa  (AINER TANAX #11/Nissan) si sono piegati ai rivali, campioni in carica che nel finale avevano un ritmo decisamente superiore.

Dopo una lunga pausa, SUBARU BRZ R&D SPORT #61 festeggiano davanti a Nissan ed a Takashi Kobayashi/Kakunoshin Ohta (UPGARAGE #18/Honda), autori di una solida prestazione nella nota pista giapponese che tra meno di un mese tornerà ad accogliere anche il FIA World Endurance Championship.

Prossimo impegno stagionale a Suzuka a fine mese.

GTWC Australia, Queensland Raceway: Mercedes ed Audi al top

Mercedes ed Audi si sono divisi il primato al Queensland Raceway, tracciato che per la prima volta ha accolto il Fanatec GT World Challenge Australia Powered by AWS. Tornano in scena i protagonisti della serie GT3 di SRO,  dopo una lunghissima pausa.

Race-1: Mercedes abbatte Audi con la Safety Car

La prima competizione nella breve pista che sorge nello Stato del Queensland è stata caratterizzata da una Safety Car che ha rivoluzionato le sorti di una race-1 che fino a quel momento era controllata da Yasser Shahin (The Bend Motorsport Park #1/Audi).

L’australiano Garth Tander si è ritrovato al secondo posto alle spalle di Prince Jefri Ibrahim/Shane van Gisbergen (Triple Eight Race Engineering #888/Mercedes), vincitori davanti all’auto campione in carica. Terza piazza per Liam Talbot/ Fraser Ross (Gtechniq #20/Audi), lontani dalle due coppie citate.

Race-2: Audi torna al top 

Gli ultimi minuti della race-2 e la sosta obbligatoria di metà gara hanno sorriso a  Yasser Shahin/Garth Tander (The Bend Motorsport Park #1/Audi), meritatamente vincitori davanti a Liam Talbot/ Fraser Ross (Gtechniq #20/Audi) ed a Prince Jefri Ibrahim/Shane van Gisbergen (Triple Eight Race Engineering #888/Mercedes).

Il cambio dei piloti di metà gara ha modificato le carte in tavola con Tony Bates (C-Tech Laser #24/Audi) che non è stato in grado di tenere il ritmo dei rivali dopo una prima parte perfetta per David Reynolds. Il compagno di auto del protagonista del Supercars Championship ha ceduto il ritmo ai rivali che senza molti problemi hanno completato il podio.

Appuntamento a Sandown a settembre per un nuovo atto da non perdere.

Porsche Carrera Cup North America, Road America: Thompson ed Estep accorciano su van Berlo

Prima battuta d’arresto in quel di Road America per Kay van Berlo nella Porsche Carrera Cup North America Presented by the Cayman Islands. Il #3 del gruppo resta al comando, ma perde dei punti importanti nei confronti di Parker Thompson e Trenton Estep. 

Race-1: Parker Thompson porta in alto il Canada

Parker Thompson (JDX Racing #9) ha vinto race-1 della PCC North America senza molti problemi dopo aver difeso al meglio il primato su Trenton Estep (MDK Motorsports #6) e Michael McCarthy (Kelly-Moss #7). 

Non ci sono tanti molti scossoni di una prova che ha visto scattare dal fondo della classifica Kay Van Berlo (Kelly-Moss #3) e Riley Dickinson (Kelly-Moss #53), rispettivamente primo e secondo in qualifica. I due hanno perso le rispettive posizioni nelle ore seguenti in seguito ad una vettura irregolare. Il primo dei due, leader del campionato, riuscirà in ogni caso a limitare i danni con il quarto posto finale, unico risultato positivo di un fine settimana da scordare.

Race-2: Thompson al top, out van Berlo

Kay van Berlo non riuscirà infatti a concludere la race-2 in seguito ad una toccata in curva 5 con il teammate Dickinson. Il #55 del gruppo non ha potuto evitare il rivale dopo un’altra toccata, avvenuta in fase di frenata con  Leh Keen (311RS Motorsport #12).

Estep, invece, ha approfittato del bagnato per imporsi su Thompson. L’americano ha avuto la meglio sul canadese, secondo con margine su Travis Wiley (Toop Racing #77) e  TJ Fischer (Toop Racing #58), rispettivamente in terza e quarta piazza.

Prossimo round a settembre all’Indianapolis Motor Speedway.

NASCAR Xfinity Series, Michigan: Gibbs mette tutti in fila

Prima gioia in carriera in Michigan per Ty Gibbs nella NASCAR Xfinity Series. Il 19enne di Toyota ha vinto la sfida di sabato della seconda categoria più importante per quanto riguarda la nota realtà stock car statunitense.

Quinta gioia in stagione per il nativo del North Carolina, abile ad avere la meglio sulle varie Chevrolet del JR Motorsport che dopo le prime due Stage sembravano poter dominare la scena. Entrambe le frazioni sono state conquistate da Noah Gragson, pilota che dopo la pole-position sembrava poter dominare la scena.

Settimana prossima si tornerà a ‘girare a destra’ nel Glen.

Nella prossima puntata…

Oltre alle categorie citate riprenderà il BTCC da Snetterton, round importante in ottica campionato. Presente in pista anche la NASCAR Truck Series con un round da non perdere nella bellissima location di Richmond, competizione valida per il ‘Round of 10’ dei Playoffs.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.