Sochi
Foto: twitter FIA WTCR

Yann Ehrlacher è il favorito numero uno in quel di Sochi per il titolo 2021 del  FIA World Touring Car Cup (WTCR), campionato che si prepara per chiudere la propria stagione in un nuovo impianto inedito.

Il transalpino del Cyan Racing è stato il migliore anche ad Adria ed ora è pronto in Russia ad amministrare un importante bottino di 36 punti a disposizione nelle due competizioni previste. Come accaduto dallo scorso settembre il WTCR approda in un impianto completamente nuovo, una pista che il grande pubblico ha imparato a conoscere con il Mondiale di F1.

Sochi: Vervish guida il gruppo degli outsider

Frédéric Vervisch guida il gruppo degli outsider alla viglia del championship decider. Il belga di Comtoyou (Audi), grazie ai risultati in Italia, è il diretto avversario dal nipote di Yvan Muller, fedelmente difeso in ogni appuntamento dai propri teammate per l’intero 2021.

Il pilota Audi vanta 1 punto di scarto sull’argentino Esteban Guerrieri (Honda), pronto a dare battaglia contro le Lynk & Co. Cerca un riscatto, invece, il francese Jean-Karl Vernay (Hyundai), out dalla lotta per il Mondiale 2021 dopo un week-end da dimenticare in Veneto.

Gabriele Tarquini saluta il Mondiale

Gabriele Tarquini si prepara per salutare il mondo delle corse. Il #3 di Hyundai, a segno quest’anno nella race-2 di Aragon, è pronto a dare battaglia in un impianto in cui nessuno ha mai corso. L’ex campione, assoluto protagonista durante l’intero fine settimana di Adria, cerca di chiudere in bellezza la propria carriera dopo aver scritto pagine indelebili di questo sport.

Tra i veterani della serie occhi puntati su Yvan Muller e Tiago Monteiro, pronti a supportare i rispettivi teammate nella lotta per il Mondiale. Battere Ehrlacher è senza dubbio complesso, ma in una finale come quella che ci apprestiamo a vivere tutto può succedere.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.