WTCR

In concomitanza della famosa 24h del Nürburgring, fervono i preparativi per il primo atto del FIA World Touring Car Cup (WTCR). Dalla Germania si accendono i motori di una stagione che ci terrà compagnia da qui a novembre quando, si spera, si dovrebbe disputare lo storico evento tra i muri di Macau.

Lynk & Co, Audi, Cupra, Hyundai ed Honda sono i costruttori impegnati nel WTCR 2021, campionato che perde purtroppo la presenza dell’Alfa Romeo dopo alcune stagioni con la Giulietta TCR.

Il calendario 2021 prevede al momento otto competizioni che avranno due gare ciascuna. La Germania apre la stagione con il Nürburgring prima del round portoghese di Estoril, pista che accoglie per la prima volta il WTCR al posto della corsa cittadina di Vilareal.

Aragon (Spagna) precederà la tappa veneta di Adria, pista che permetterà al Mondiale Turismo di tornare dopo tre anni nel Bel Paese. L’Ungheria con Budapest chiuderà la parentesi europea, mentre l’inedito tracciato di Inje aprirà il trittico asiatico che chiuderà il 2021. Dopo la Corea del Sud si dovrebbe gareggiare in Cina a Ninge prima dell’epilogo di Macau. Salta la tappa a Sepang (Malesia), tracciato che ha accolto per due anni la finale e la trasferta in Slovacchia.

WTCR: Lynk & Co pronta a difendere il titolo, Honda insegue i cinesi

Lynk & Co è l’auto da battere alla vigilia del Mondiale 2021. L’auto cinese ha vinto con il transalpino Yann Ehrlacher il campionato 2020 ed è la favorita per il bis. Il francese si appresta a tornare sullo schieramento del WTCR 2021 insieme ai medesimi compagni di box della passata stagione. L’esperto Yvan Muller, zio di Yann, sarà ancora in pista e cercherà di inserire nella propria bacheca il quinto trofeo piloti.

Quest’ultimo, quattordici volte nella top3 nel WTCC o nell’attuale WTCR, condivide il box con un altro ex campione come lo svedese Thed Björk, a segno nel 2017 nell’ultimo anno del WTCC.

Attenzione anche a Santiago Urritia: l’uruguaiano ha la possibilità di ben figurare al secondo anno nella categoria. Lo scorso anno il #12 del gruppo fece ben figurare con una stagione in crescita che gli ha regalato il primo acuto in carriera nell’ultima tappa disputata in quel di Aragon (Spagna).

Honda deve invece rifarsi dopo aver perso al championship decider il titolo per tre anni consecutivi. Esteban Guerrieri ci riprova con la prima delle due Civic del ALL-INKL.DE Münnich Motorsport. L’argentino è uno dei favoriti insieme al connazionale Nestor Girolami, piloti che hanno tutte le carte in regola per sfidare alla pari le auto del Cyan Racing.

La casa giapponese ha confermato anche la presenza del giovane ungherese Attila Tassi, chiamato ad una conferma dopo due anni di alti e bassi e l’esperto portoghese Tiago Monteiro, iscritto dal 2007 nel WTCC.

WTCR: Hyundai porta in pista la nuova Elantra

Dopo aver vinto due delle tre edizioni del FIA WTCR con la i30, Hyundai si prepara a dare spettacolo nel Mondiale con la nuova Elantra. La vettura, al debutto nel TCR Europe e nella classe TCR dell’IMSA Michelin Pilot Challenge, sarà gestita ufficialmente dal Target Competition per l’intero campionato.

Tra i volti noti ritroviamo il nostro Gabriele Tarquini. Il campione della prima edizione del FIA WTCR nel 2018 è pronto a dare battaglia accanto all’ungherese Norbert Michelisz, a segno nel 2019 al termine di una bellissima sfida nell’ultimo atto contro il già citato Guerrieri. Il giovane tedesco Luca Engstler continua l’esperienza nel Mondiale, mentre non ci sarà l’olandese Nicky Catsburg.

Quest’ultimo, impegnato con Corvette nell’endurance e con BMW nelle corse GT, ha deciso di prendersi una stagione di stop dal turismo e verrà sostituito da Jean-Karl Vernay. Il vincitore del WTCR Trophy 2020, coppa riservata ai piloti che non gareggiano con auto ufficiali, affronterà la prima annata con Hyundai dopo aver gareggiato sia con Audi che con Alfa Romeo.

Nel Mondiale ci sarà anche il Target Competition. Per la prima volta la compagine italiana sarà al via in tutte le prove e lo farà con i fratelli Bäckman. Andreas e Jessica esordiscono nella serie che nel quarto e nel quinto round vedrà in pista anche una terza Elantra per il Target Competition con il nostro Nicola Baldan.

Cupra continua con Zengő Motorsport, attenzione ad Audi

Sono altre due le case impegnate nel FIA WTCR 2021: Cupra ed Audi. La realtà spagnola continua l’impegno nella serie con l’iberico Mikel Azcona e con un veterano come Jordi Gené, protagonista dal 2005 al 2010 del FIA WTCC. I due connazionali saranno affiancati anche dall’ungherese Bence Boldizs e dall’inglese Rob Huff, che dopo una stagione di assenza, rientra nel campionato che vinse nel 2012.

Attenzione ad Audi, presente in forza con il Comtoyou Racing e con la nuova Audi RS3 LMS. La compagine belga schiererà quattro auto con dei piloti di primo profilo che possono dire la loro dal Nürburgring a Macau. Il primo in lista, iscritto anche nel TCR Europe con la medesima formazione, è l’olandese Tom Coronel, pilota che non ha bisogno di presentazioni.

Il secondo è il francese Nathanaël Berthon, competitivo anche lo scorso anno dove ha conquistato il successo in race-1 in Slovacchia. Il 21enne Gilles Magnus continua l’impegno nel FIA WTCR con Comtoyou, mentre torna a tempo pieno Frédéric Vervisch, noto volto di Audi che non ha gareggiato nel 2021. Il vincitore della 24h del Nürburgring 2019 è un volto noto del TCR ed è chiamato a ben figurare già dalla prima tappa che vivremo questo week-end.

Appuntamento questo fine settimana quindi per la prima prova del FIA World Touring Car Cup 2021.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.