WSBK Phillip Island
Credits: worldsbk

A pochi giorni dall’inizio della stagione 2022 arriva l’annuncio del ritorno di Phillip Island nel calendario WSBK. Il circuito australiano ospiterà infatti il 12° e ultimo round del mondiale delle derivate di serie chiudendo di fatto la stagione. Questo evento rappresenta il ritorno in Australia per la Superbike dopo aver ospitato il primo round della stagione 2020, nonché ultimo evento pre-pandemia. Ovviamente, ad affiancare la classe regina ci sarà anche la WSSP dal 18 al 20 Novembre. A partire dalla prossima stagione però Phillip Island dovrebbe tornare ad aprire come di consuetudine la stagione WSBK.

SI CHIUDE CON UN DOUBLE HEADER

Non si può dire che il WSBK non chiuda in bellezza. Gli ultimi due appuntamenti stagionali si svolgeranno nel continente asiatico-oceanico, vista la gara in Indonesia solo 7 giorni prima di Phillip Island. Questo double header in chiusura di stagione è un evento che non accade dal 2010 ed è solo l’undicesima volta nella storia del campionato. La speranza di una lotta per il campionato in un circuito storico come quello di Phillip Island è altissima e stimola la curiosità di molti.

UN CIRCUITO STORICO

Il WSBK e Phillip Island sono innegabilmente legati da un filo. Il circuito australiano infatti ha ospitato un totale di 61 gare, un record per il campionato. Phillip Island è sul calendario ininterrottamente dal 1990, escluse le edizioni del 1993 e ovviamente del 2021. L’ultima edizione del round australiano, disputata nel 2020, ha regalato molte emozioni. Ci sono stati ben tre vincitori diversi nelle prime tre gare. Toprak Razgatlioğlu ha vinto Gara1 al debutto assoluto con Yamaha, mentre le due Kawasaki di Jonathan Rea e Alex Lowes si sono divise le altre due manche. Il weekend del 2020 ha visto anche il debutto assoluto di Scott Redding nella categoria, con il neo-vincitore del British Superbike autore di ben tre terzi posti. Alla fine del primo round stagionale, a sorpresa di molti, proprio il #22 si è trovato in testa alla classifica mondiale.

Valentino Aggio

Leggi anche: WSBK | TEST CATALUNYA DAY2: RAZGATLIOGLU PRIMO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.