WSBK | Novità 2022: limiti età, airbag, pneumatici e regolamento SSP
Fonte: worldsbk.com

Il 2021 della WSBK è appena finito e la Superbike Commission annuncia le prime novità della prossima stagione. Si tratta di un insieme di regole già accettate dai principali membri della serie al termine di una riunione svoltasi in data 12 novembre. Durante la stessa sono stati confermati i nuovi limiti d’età, il numero di iscritti per evento e l’inedito riferimento cronometrico da rispettare per partecipare alle gare. In più novità anche nell’ambito dell’abbigliamento, da ora in poi omologato solo e soltanto se dotato di airbag, fino ad oggi solo consigliato. Nel corso del meeting, fisico e virtuale, la SBK Commission ha accettato il nuovo numero di pneumatici disponibili in un weekend di gara. La riunione si è incentrata anche sulla nuova generazione della Supersport: il futuro regolamento tecnico è stato varato e nei prossimi giorni sarà pubblicato in via ufficiale.

 LIMITE ETÀ, NUMERO DI ISCRITTI PER EVENTO E NUOVO TEMPO MINIMO PER QUALIFICARSI ALLE GARE

Dal prossimo anno l’età minima per partecipare alla World SSP300 passerà dai 15 ai 16 anni, scelta che secondo i vertici delle derivate permetterebbe di disporre di una griglia formata da piloti più maturi. Inoltre, sia la WSSP300 sia la WSSP avranno un tetto massimo di 30 iscritti per ogni fine settimana, nel quale tuttavia potranno partecipare due wildcards. I nuovi parametri anagrafici saranno applicati anche nella WSSP, classe in cui si passerà da un’età minima di 16 anni a 18, seguendo la strada già intrapresa dalle classi della MotoGP a partire però dal 2023.

In aggiunta, la commissione ha stabilito un nuovo tetto massimo per quanto riguarda i tempi registrati nei fine settimana di gare. I piloti non dovranno più fare riferimento al 107% rispetto al crono stampato dal pilota più veloce bensì al 105. In questo modo si pensa di alzare il livello prestazionale delle griglie allo scopo di preferire la qualità alla quantità.

AIRBAG OBBLIGATORI E RIDUZIONE DEGLI PNEUMATICI DISPONIBILI

La novità decisamente più importante riguarda l’abbigliamento dei piloti, dal prossimo anno obbligatoriamente provvisto di airbag. Fino ad oggi, purtroppo, questo sistema era semplicemente consigliato dall’organizzatore, che vista l’impennata degli incidenti fatali occorsi quest’anno ha finalmente deciso di affrontare la questione.

Molti piloti delle categorie propedeutiche non hanno mai utilizzato tute dotate di airbag per motivi di costi. La possibilità di scelta ha infatti permesso ai giovani (soprattutto i ragazzi della 300) di correre con un abbigliamento ormai datato, posizionando il risparmio economico di fronte al fattore sicurezza. Dai prossimi campionati ciò non accadrà di più ed i piloti di ogni categoria potranno correre solo e soltanto con tute munite di sistemi airbag omologati. Passando al tema gomme citiamo il nuovo numero massimo di pneumatici utilizzabili in un singolo fine settimana di corse. Dalle 24 gomme disponibili fino all’anno in corso si passerà alle 21. Per ulteriori dettagli verrà rilasciato un comunicato ufficiale nei giorni a venire.

TRANSPONDERS UNICI ANCHE PER WSSP300 E WSSP DAL 2022

Da non tralasciare l’aggiornamento ai transponders, che dalle stagioni future diventeranno universali nelle specifiche. I piloti di WSSP300 e WSSP utilizzeranno le stesse specifiche tecniche attualmente in vigore sia in WSBK sia nel Motomondiale. In questo modo le comunicazioni alle dashboards diventeranno uniformi per ogni categoria, dalla 300 alla MotoGP. Fino ad oggi, infatti, le classi “minori” non sottostavano ad un regolamento unico con il conseguente rischio di non poter avvisare ogni pilota di possibili rischi in particolari zone del tracciato. Grazie a questo aggiornamento efficacia e velocità comunicative aumenteranno nella speranza che la sicurezza faccia lo stesso balzo in avanti.

NUOVO REGOLAMENTO SUPERSPORT PROMOSSO

Per chiudere il tema novità 2022 parliamo di Supersport, classe molto chiacchierata negli ultimi anni per via di un evidente squilibrio numerico tra i marchi. La prossima stagione sarà caratterizzata da un regolamento tecnico meno ristretto in termini di cilindrata e nuovi marchi (Ducati su tutti) sono già pronti ad impiegare le rispettive moto. Nella riunione menzionata in precedenza è stato prima discusso e poi approvato il rivoluzionario regolamento della “media” cilindrata, contraddistinto soprattutto da un bilanciamento utile a livellare le prestazioni tra moto dotate di cilindrate tanto differenti. Non ci sono dati specifici ma la SBK Commission ha confermato che nelle prossime giornate verrà rilasciato il nuovo regolamento tecnico.

Matteo Pittaccio

Leggi anche: MOTOGP | KTM STRAPPA FRANCESCO GUIDOTTI A DUCATI PRAMAC!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.