Amici di LiveGP.it appassionati di Motociclismo e di Superbike in particolare, benvenuti ad una nuova puntata della nostra consueta rubrica “Le Pagelle dei Protagonisti – Superbike” incentrate sul Gran Premio del Portogallo letteralmente dominato da Jonathan Rea, capace di vincere entrambe le manche in scioltezza. Non basta un doppio podio Ducati per fermare la corsa del Cannibale, ora a 5 punti dal terzo titolo consecutivo.

Ecco dunque i voti ai protagonisti del weekend Superbike sul tracciato portoghese, con un tocco anche di rosa per la vittoria di Ana Carrasco in Supersport 300:

Jonathan Rea 10 e lode: imbarazzante il suo dominio in entrambe le gare. Nella prima saluta tutti al primo giro con un tempo monstre e poi controlla abilmente il vantaggio, nella seconda invece lascia Camier a comandare per un giro e poi si scatena passando tutti come birilli. Il forfait di Sykes lo avvicina ulteriormente al Mondiale.

Tom Sykes 9: cosa possiamo dire d’altro se non MIRACOLATO! Crash pazzesco di Tom con la sua verdona imbizzarrita prima dello scollino e grazie a Dio se ne esce solo con una frattura al mignolo della mano sinistra. Jonathan Rea vincerà il mondiale, ma lui è stato fortunato a non farsi ancora più male…

Leon Camier 8: peccato il ritiro in gara-2 ma è stato un weekend incredibile per lui e la MV con un quarto posto in gara-1 e la leadership di gara-2, anche se solo per 1 giro. A Magny Cours sarà pronto per dare ancora battaglia ed il podio è lì alla portata.

Chaz Davies 7,5: quando corri oltre il limite l’errore è dietro l’angolo. E’ successo in SP2 con la scivolata che lo ha costretto a partire dalla P9, è successo di nuovo in gara-2 mentre era secondo. Punti persi che lo allontanano sempre di più da JR65

Michael Van Der Mark 7: primo podio in Yamaha per Magic Mickey che ad Aragon avrà l’opportunità della vita di saltare su una MotoGP. Il weekend di Portimao ha sorriso più a lui che non al suo compagno, troppo pasticcione.

Ayrton Badovini 7: la condizione in cui si trova (Kawasaki Grillini) non gli permette di lottare per i punti, ma lui non lo sa e ci dà del gran gas, portandosi a casa due ottimi risultati per il suo campionato.

Anthony West 7: della serie “datemi qualsiasi cosa e posso andare forte”. Alla prima da pilota Sbk con la Kawasaki di Puccetti, il buon Anthony porta a casa punti importanti correndo due gare molto belle: peccato che non sia stato mai inquadrato…

Marco Melandri 6,5: esce da Portimao con 2 podi, ma non è troppo soddisfatto considerando come si muoveva la moto in rettilineo in gara-2. Magny Cours sarà un’altra storia per il buon MM33 che si trova a pochi punti dal suo compagno di squadra.

Alex Lowes 6: mister “trollo tutti” ne ha combinata una delle sue anche questa volta, soprattutto in gara-2 quando si auto-catapulta in aria mentre era in ottima posizione. Meno parole e più fatti la prossima volta, caro Alex.

Eugene Laverty & Lorenzo Savadori 5,5: è vero, forse per Laverty è un voto troppo basso considerando le due gare che ha fatto, ma il problema di Aprilia è sempre quello: durata massima 8-9 giri e poi crollo verticale. A fine gara, non si sa come, ma si ritrovano uno davanti all’altro.

Inversione di griglia 4: ennesima dimostrazione di quanto questa regola sia assurda e totalmente inutile. Anche a Portimao si è visto quanto poco tempo ci abbia messo Rea per tornare in testa.

Menzione speciale 1: Ana Carrasco per essere la prima donna a vincere una gara di velocità contro 36 maschi. Grandiosa la volata dell’ultimo giro contro Alfonso Coppola e Garcia.

Menzione speciale 2: Toprak Razgatlioglu, il fenomenino turco torna alla vittoria dominando la gara portoghese e riducendo il distacco da Rinaldi ad 8 punti.

Menzione speciale 3: Kenan Sofuoglu che dopo una lunga rincorsa è passato al comando della classifica della Supersport e non la mollerà di certo contro un coriaceo Mahias.

Per questa puntata è tutto: le pagelle si prendono una settimana di pausa per ritornare il lunedì 2 ottobre nel post-round francese a Magny Cours, in programma nel weekend del 29 settembre – 1 ottobre.

Marco Pezzoni – @marcopezz2387

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.