Rally Sardegna day-1
Foto. Lappi twitter

Esapekka Lappi detta il passo al termine del day-1 del Rally di Sardegna, quinta competizione del FIA World Rally Championship. Il finnico di Toyota si colloca in vetta alla classifica generale con solo 7 decimi di scarto sulla Hyundai dell’estone Ott Tanak.

Il gallese Elfyn Evans (Toyota), invece, ha alzato bandiera bianca per dei problemi, mentre il finnico Kalle Rovanpera (Toyota) paga oltre 1 minuto dalla testa dell’evento. Più staccato il belga Thierry Neuville (Hyundai), ancora limitato da una serie di noie meccaniche.

Rally Sardegna day-1: Neuville vince tra le vie di Olbia, Evans emerge tra la ‘nebbia’

Il day-1 del Rally di Sardegna si è aperto come in Portogallo con una speciale nella serata di giovedì. Neuville (Hyundai) ha avuto la meglio nei pochi chilometri da Olbia – Cabu Abbas, completati in 2.26.8 sul giapponese Takamoto Katsuta (Toyota) ed  Evans (Toyota), rispettivamente a +0.5 ed a +0.7.

La vera attività è iniziata dalla SS2, disputata questa mattina sull’insidiosa terra sarda. La polvere ha messo in difficoltà l’intero schieramento, un problema che fortunatamente non si è ripetuto nel proseguo della giornata. Evans è stato migliore nella ‘nebbia’ della ‘Terranova 1’, vinta con 8 decimi di vantaggio sul brillante Pierre-Louis Loubet (Ford/M-Sport) e 4.1 sull’estone Ott Tanak (Hyundai).

Lappi e Tanak per il primato, Evans alza bandiera bianca

Il finnico Esapekka Lappi (Toyota) ha strappato nella SS3 il primato al teammate Evans. Il sostituto di Sébastien Ogier sulla terza Yaris ufficiale è stato semplicemente perfetto, abile a sfruttare al massimo la propria posizione di partenza. Miglior tempo nella frazione e leadership con 1.9 su Lappi e 3.0 sul compagno di box che appena tagliato il traguardo ha lamentato un problema elettrico che lo ha costretto a rinunciare al day-1 dopo aver urtato un masso. 

La SS4 ha visto un altro cambio al vertice con Tanak che primeggiava su Lappi per 9 decimi nella graduatoria overall. Terza piazza assoluta a +13.2 per l’irlandese Craig Breen (Ford/M-Sport), mentre il finlandese Kalle Rovanpera evitava un’incidente in una tortuosa sezione tra gli alberi. Il padrone del Mondiale ha concluso al sesto posto il terzo impegno del venerdì con 9.5 secondi di ritardo dalla vetta.

Anche Neuville perde terreno

Thierry Neuville ha perso terreno nella quinta tappa in seguito a dei problemi tecnici. Danno alla trasmissione per il belga di Hyundai che ha ceduto oltre 1 minuto dai diretti rivali nel secondo passaggio sui 24 km della ‘Monti di Alà e Buddusò’. 

La mattinata si è conclusa con Tanak sempre in cima alla graduatoria davanti a Lappi, attardato di 3.7 secondi. Conferme da parte di Hyundai anche con l’iberico Dani Sordo, autore del miglior crono nella SS4 e nella SS5.

Rally Sardegna day-1: Hyundai vs Toyota 

Il duello tra Hyundai e Toyota è continuato nel pomeriggio con Tanak che cercava di allungare su Lappi. La missione è in parte riuscita al campione del mondo 2019 che nella 7ma tappa ha dovuto piegarsi al finnico.

La ‘Castelsardo 1’ ha sorriso al #4 del gruppo che  regala 7.1 secondi al rivale e tornava in cima alla graduatoria generale con solo sette decimi di scarto. Terzo posto overall per il francese Pierre-Louis Loubet (Ford/M-Sport) davanti all’irlandese Craig Breen (Ford/M-Sport), rispettivamente a 15.1 ed a 15.5. Ottava piazza, invece, per Kalle Rovanpera con 1 minuto e 13 di ritardo dalla testa della corsa. 

Il primo giorno d’attività si è concluso con due segmenti d’anticipo. Ricordiamo infatti la cancellazione dell’ottava competizione per un incidente nel primo passaggio, una situazione che ha costretto gli organizzatori a rinunciare anche alla ‘Castelsardo 2’.

Appuntamento a domani con altri 7 interessanti frazioni tutte da commentare.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.