Dopo Portogallo ed Italia è ancora la terra la protagonista con il Rally del Kenya, sesto atto del FIA WRC 2021. Lo spettacolo è assicurato dopo due eventi che ci hanno regalato parecchi colpi di scena dal primo all’ultimo metro.

Toyota controlla la scena ed attualmente è la favorita d’obbligo per il titolo. Hyundai insegue il marchio giapponese che appare perfetto in tutte le condizioni. I coreani sembrano, invece, molto più ‘fragili’ viste le rotture che hanno tolto ogni speranza di vittoria negli ultimi due round.

Ogier vs Evans, Hyundai potrebbe inserirsi

Sebastien Ogier, con tre successi all’attivo da Montecarlo ad oggi, è il leader del Mondiale alla vigilia del Rally del Kenya che torna nei piani del WRC dopo aver saltato il 2020 in seguito all’emergenza sanitaria. Il transalpino vanta 11 punti di gap su Elfyn Evans, unico per ora in grado di attaccare il sette volte campione. Il gallese ha completato cerca in Africa di continuare l’ottima striscia di risultati positivi con tre podi nelle ultime tre manifestazioni, un successo e due secondi posti.

Hyundai attacca con l’estone Ott Tanak ed il belga Thierry Neuville. I due guidano l’armata della casa asiatica che vedrà al via anche lo spagnolo Daniel Sordo, pilota che ha ben figurato nelle ultime due uscite stagionali. Le i20 si sono mostrate ‘fragili’ tra Portogallo ed Italia, due eventi che sembravano letteralmente dominata prima di alcuni problemi tecnici.

Dopo un ottimo avvio di campionato manca all’appello il finnico Kalle Rovanpera, in difficoltà dalla Croazia ad oggi. La giovane stella ha anche guidato il Mondiale dopo la sfida in casa in Lapponia, una situazione che è successivamente è precipitata dopo pochi chilometri del round croato.

Ford cerca un riscatto

L’appuntamento di questo fine settimana potrebbe segnare un riscatto per le Ford, invisibili in Italia nella lotta per il successo. M-Sport continua il lavoro per avvicinarsi ai rivali, una missione che appare più difficile del previsto dopo le prime cinque tappe.

Gus Greensmith e Adrien Fourmaux sono i piloti scelti per la trasferta africana per difendere i colori del marchio statunitense. Occhi puntati sul francese che torna nella classe regina dopo aver ceduto per una prova il volante al finnico Teemu Suninen.

Appuntamento a partire da venerdì, giorno in cui si terrà la prima delle tre giornate previste in Kenya.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.