Rally Croazia day-2
Foto. Rovanpera twitter

Kalle Rovanpera resta al comando dopo il day-2 del Rally di Croazia. Il #69 di Toyota chiude il sabato di Zagabria con solo 19 secondi e 9 decimi di scarto sull’estone Ott Tanak, abile ad accorciare le distanze sul finnico che nelle otto speciali disputate ha visto infrangersi il suo vantaggio in seguito ad una foratura. Terzo posto per Ford con l’irlandese Craig Breen (+ 1min e 13).

Rally Croazia day-2, notte da incubo per Neuville ed la piccola rivincita di Lappi

Notte da dimenticare per Thierry Neuville che si è ritrovato al via della SS9 con un minuto di sanzione per aver oltrepassato il limite di velocità consentito in più punti. Il #11 del gruppo, dopo aver pagato altri 10 secondi per un nuovo problema con il ‘controllo orario’, ha tentato nel primo impegno nel sabato di recuperare il podio, una missione in parte riuscita.

Un incidente nella Stage 9 dello svedese Oliver Solberg ha interrotto e successivamente cancellato il primo impegno di giornata. Errore per l’alfiere del marchio coreano, non ci sono state conseguenze per l’equipaggio.

La SS10 ha visto un nuovo acuto per Toyota, il primo con Esapekka Lappi. Il finnico, out dopo la SS1 per un impatto contro una roccia, ha preceduto Elfyn Evans e Greensmith Gus. Situazione sotto controllo per Rovanpera, ottavo con 13 secondi di margine da Lappi. Non è cambiato nulla in classifica generale con il 21enne ancora leader con più di un minuto di vantaggio nella classifica generale sull’estone Ott Tanak (Hyundai) e l’irlandese Craig Breen (M-Sport/Ford).

Tanak torna in gioco, Rovanpera perde quasi 1 minuto per una foratura

La SS11 ha cambiato le sorti al Rally di Croazia, dominato dopo il day-1 da Rovanpera. Il leader del Mondiale ha forato l’anteriore sinistra ed ha perso 54 secondi da Tanak, il migliore nella nebbia e sotto la pioggia.

L’estone si è portato a 18 secondi dalla vetta riaprendo un evento che sembrava chiuso. Terzo posto virtuale, dopo la SS11, per Breen davanti a Neuville ed Evans. Difficoltà in casa Toyota anche per Lappi, in ritardo dopo pochi metri con un testacoda.

La SS12 ha chiuso la mattinata, Tanak ha recuperato altri due importanti secondi portandosi a 16.8 secondi. Primo posto nel quarto impegno del day-2 per Neuville, abile ad avere la meglio per soli 8 decimi su Evans.

Hyundai e Tanak all’assalto di Rovanpera

La 13ma tappa hanno visto un nuovo recupero da parte di Tanak nei confronti di Rovanpera che ha iniziato il pomeriggio perdendo altri preziosi secondi dal campione del mondo 2019.  Il nativo di Kärla Parish si è portato a 13 secondi dall’avversario dopo il primo impegno pomeridiano, un parziale che si è trasformato a +14.8 dopo la SS14 ed una bellissima risposta da parte del più giovane leader di sempre del Mondiale.

Lappi ha primeggiato in entrambe le tappe sfruttando al massimo la posizione al via, mentre Neuville lamentava un problema al motore. Week-end da dimenticare per quest’ultimo, favorito assoluto per il successo finale della vigilia.

Dopo l’annullamento per nebbia della SS15, il sabato si è concluso con la 16ma tappa. Rovanpera ha messo in chiaro di essere ancora l’uomo da battere regalando 3.4 secondi a Lappi e 3.7 a Neuville. Quinta piazza per Tanak ha chiuso il day-2 del Rally di Croazia con meno di 20 secondi dal leader. Al terzo posto virtuale resta il già citato Breen, staccato oltre 1 minuto dai primi due.

Appuntamento a domani con le ultime quattro speciali che determineranno il vincitore del terzo round del FIA World Rally Championship 2022.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.