Rally Nuova Zelanda
Foto. Toyota WRT

Appuntamento da non perdere questo fine settimana con il Rally di Nuova Zelanda, 11mo atto del FIA World Rally Championship. Ci sarà da divertirsi nei pressi di Auckland, località scelta come base per un evento che potrebbe eleggere il nuovo campione del mondo. Kalle Rovanperä ha infatti la seconda occasione per chiudere i conti per il titolo, una missione non scontata in un round tutto da scoprire.

‘Kalle’ deve guardarsi dalle Hyundai nel Rally Nuova Zelanda

Rovanperä ha tutte le carte in regola per imporsi nel Mondiale in Nuova Zelanda. Il nativo di Jyväskylä, pronto per festeggiare il 22mo compleanno questo fine settimana, vanta 207 punti contro i 154 dell’estone Ott Tanak (Hyundai) ed i 131 del belga Thierry Neuville (Hyundai).

Il portacolori di Toyota ha faticato in Grecia dopo aver perso dei punti importanti anche in Belgio con il primo incidente del 2022 durante la seconda speciale. Il #69 di Toyota ha un notevole margine sul brand coreano che ha iniziato una rimonta titanica dal Rally di Sardegna, il primo dei tre successi stagionali per l’ex campione del mondo.

Neuville tenta di tornare nella partita per il titolo, una missione quasi impossibile dopo l’errore avvenuto nel Rally di Ypres. Il #11 del gruppo si è preso una bella rivincita in quel di Lamia nell’ultimo round, una piccola soddisfazione di un 2022 oltremodo complesso.

Il britannico Elfyn Evans è determinato a ben figurare con la seconda delle Toyota, brand che accoglierà nuovamente il francese Sébastien Ogier. Il #1 di Gap rientra con il chiaro intento di mettere in bacheca la rassegna neozelandese, successo che manca nella lista dell’otto volte campione del mondo che ritroveremo anche in Spagna ed in Giappone.

Assente, invece, Sébastien Loeb, portacolori di Ford (M-Sport) che è destinato a tornare nel corso della prossima stagione. La squadra britannica sarà presente in ogni caso in forza con l’irlandese Craig Breen ed il britannico Gus Greensmith. Presente anche Lorenzo Bertelli, mentre resterà out ancora una volta Adrien Fourmaux che ha saltato anche il round di Lamia. 

Visto il fuso orario tutte le competizioni si svolgeranno principalmente nella notte italiana. La SS1, invece, è indetta per le 18.08 di giovedì 29 settembre.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.