Credits: Kawasaki Racing Team WorldSBK (pagina Facebook)

Una battaglia infinita, imprevedibile e sicuramente appassionante. Il Mondiale Superbike 2021 si arricchisce di un nuovo capitolo rocambolesco in quel di Portimao, con Toprak Razgatlioglu che restituisce il “favore” a Jonathan Rea in gara-2, finendo (complice un guaio tecnico) in ghiaia nella famigerata curva 15. A gioire è così il campione in carica, il quale grazie al successo può rilanciarsi in classifica rimediando ad un week-end fino a questo punto da dimenticare. Piazza d’onore per Scott Redding davanti a Loris Baz, con quest’ultimo che “stende” Bautista nel finale.

LO START: PARTENZA COL…GIALLO

Soffia un forte vento sul tracciato di Portimao per l’ultima gara del week-end. Con i piloti già schierati per il via e pronti per lo start, la procedura viene interrotta in seguito ad un problema tecnico con…il semaforo. Vengono quindi richiamati i tecnici in griglia e la gara subisce una riduzione a 19 tornate complessive. Il secondo tentativo va a buon fine, con Locatelli che parte benissimo e si presenta al comando alla prima curva, ma finisce lungo cedendo la testa a Scott Redding. Razgatlioglu segue a ruota il compagno di squadra, mentre Rea affronta le prime curve in quinta posizione alle spalle di Bassani.

LOTTA A TRE NELLE PRIME FASI

Il campione in carica è scatenato, riuscendo con grinta a portarsi al comando già all’inizio del secondo giro. Redding e Razgatlioglu però non mollano, dando vita ad un terzetto che sembra poter prendere il largo sugli avversari, anche se Locatelli cerca di rimanere aggrappato a loro. I due principali contendenti al titolo si scambiano più volte il comando, abbassando progressivamente il tempo sul giro, con il solo Redding ormai in grado di tenere il passo. Bautista nel frattempo si ritrova in sesta posizione alle spalle di Baz e davanti a Rinaldi e Van der Mark.

IL COLPO DI SCENA A 9 GIRI DAL TERMINE

A nove giri dalla conclusione il colpo di scena che non ti aspetti: qualcosa cede sull’anteriore della Yamaha di Razgatlioglu, il quale finisce a terra in curva 15 esattamente come avvenuto il giorno precedente a Rea. Per il turco si tratta di uno stop inatteso che riapre le speranze in chiave iridata di Rea. Quest’ultimo riesce a guadagnare un buon margine su Redding nelle battute finale, mentre Baz e Bautista sono chiamati alla lotta per il terzo gradino del podio. La contesa si risolve al penultimo giro, quando Baz spedisce senza troppi complimenti per terra il pilota Honda. Jonathan Rea conquista il successo a Portimao, riaprendo la propria rincorsa a Razgatlioglu in classifica e precedendo sul podio Redding e Baz, con il ducatista però a rischio sanzione. A seguire Locatelli, Gerloff e Van der Mark, con Rinaldi, Haslam, Bassani e Laverty a completare la top ten.

APPUNTAMENTO IN ARGENTINA

Tra due settimane l’appassionante lotta per il titolo 2021 si trasferirà a San Juan, in Argentina, prima del round finale in programma nella seconda metà di Novembre nell’inedito scenario di Mandalika, in Indonesia.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.