Toprak Razgatlioglu Portimão 2021 | Fonte Pata Yamaha with Brixx WorldSBK (pagina Facebook)
Toprak Razgatlioglu Portimão 2021 | Fonte Pata Yamaha with Brixx WorldSBK (pagina Facebook)

È Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) a vincere la prova di forza con Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) al Motul Portuguese Round. Il leader del mondiale con questa vittoria allunga di +25 punti netti sul suo diretto avversario che, con questo out, è ora a 45 lunghezze di distacco a due appuntamenti dalla fine del campionato. Sul podio Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) ed un incredibile Loris Baz (Team GoEleven) nelle sue vacanze dal MotoAmerica e alla sua seconda gara in WorldSBK quest’anno.

 

Manche infuocata in Portogallo, Toprak Razgatlioglu imbattibile

Neanche spento il semaforo rosso che la battaglia di forza tra Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) ha avuto inizio a cui si aggiunge prepotentemente Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) che scattava dalla quarta posizione.

I tre giri di inizio corsa sembravano gli ultimi tre giri nella contesa di un titolo mondiale senza esclusione di colpi. Non solo bagarre e cambi di direzione ma anche sportellate importanti come quella di Toprak Razgatlioglu su Jonathan Rea come prova di forza e di supremazia verso il pilota Kawasaki. Tra i due litiganti, infatti, ci ha pensato Scott Redding ad entrare in gioco tanto da provare un allungo non riuscito. All’uscita di Jonathan Rea erano solo il turco e l’inglese a contendersi il gradino più alto del podio. Toprak Razgatlioglu non ha potuto tirare un sospiro di sollievo fino all’ultima curva, con l’inglese che non ha mollato un solo metro fino alla fine.

Bagarre interessante anche per la lotta a sei per il terzo gradino del podio composta da: Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati), Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK), Loris Baz (Team GoEleven), Alvaro Bautista (Team HRC), Leon Haslam (Team HRC) e Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK).

Quest’ultimo, purtroppo, per un errore è uscito fuori dalla competizione ed è stato protagonista del contatto “fatale” che ha portato a chiudere anticipatamente la corsa anche per VdM. Il pilota BMW non l’ha presa benissimo, una volta rialzato dalla ghiaia, ed è andato incontro all’italiano correndo dandogli una grossa spallata. Gesto da sanzionare?! Siamo in attesa da un riscontro dalla direzione gara, sicuramente un gesto non bello e poco sportivo da fare, nonostante l’adrenalina della corsa.

Traguardo Ducati grazie a Redding

Con questo podio, Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) porta la Ducati a primeggiare nella speciale classifica in termini di arrivi tra i primi tre sulla pista portoghese, toccando quota 975 nella storia del WorldSBK.

Rea vola a Portimão, domani in forse?

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è volato letteralmente sul circuito portoghese ad altissima velocità perdendo l’anteriore. Fortunatamente l’alfiere Kawasaki ha semplicemente rotolato sulla ghiaia senza troppe conseguenze. Portato al centro medico, gli sono state riscontrate contusioni ed abrasioni per la forte velocità, che dovrebbero permettergli ugualmente di prendere parte alla gara di domani senza grosse difficoltà.

Una scivolata innaspettata di Rea che a Portimão è sempre andato forte e che, nella giornata di ieri, ha dominato sugli avversari in un round che sembrava già predestinato per lui che qui aveva l’obbligo di vittoria. A due soli appuntamenti dal finale della stagione Rea si è fatto beffare la vittoria per un errore, andando leggermente lungo in traiettoria, lasciando così venticinque punti pieni a Toprak Razgatlioglu. Domani il pluricampione del mondo sarà chiamato a vincere entrambe le manche per richiudere immediatamente il gap.

Le parole ai protagonisti

Loris Baz (Team GoEleven): “Che belle vacanze dal MotoAmerica! – dice sorridendo – Questa opportunità di rientrare con GoEleven l’ho presa come una vacanza senza aspettative e solo con la voglia di guidare. È incredibile come ad ogni sessione riusciamo a migliorare. Partire nono non ha di certo aiutato, non volevo distruggere la gomma e ho lavorato con intelligenza soprattutto sul finale quando me la stavo giocando con Bautista. Sono molto felice di aver centrato il podio!”

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati): “È stata una bella gara e non mi aspettavo questo passo. Toprak e Rea sono partiti carichi e io sono stato dietro a guardare. Sono stati un po’ al limite per i miei gusti, ma non voglio lamentarmi. Quando Rea è caduto siamo rimasti io e Toprak e li ho provato a spingere di più. Non voglio guardare i sorpassi che mi ha fatto Toprak ma mi sembra davvero un po’ troppo al limite… e non voglio arrivare al punto in cui la cosa va troppo oltre. In gara ad ogni modo mi sono sentito molto bene sulla moto e sono contento del risultato. Questa pista purtroppo cambia molto in base alle condizioni meteo quindi per domani vedremo e speriamo di rifarci!”

Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK): “È una grande vittoria ed un grande vantaggio in classifica. Ho battagliato molto con Jonny e dopo la sua caduta ho cercato di giocarmela con Scott era molto veloce ed incisivo. Ho dovuto aspettare gli ultimi giri per attaccarlo. È stato un gran lavoro del team e domani ci riproviamo!”

Toprak Razgatlioglu Portimão 2021 | Pata Yamaha with Brixx WorldSBK
Toprak Razgatlioglu Portimão 2021 | Pata Yamaha with Brixx WorldSBK

Benedetta Bincoletto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.